In News

Torna Placca l’omofobia, a Ragusa, l’amichevole rugbistica che per il quarto anno consecutivo vedrà i giocatori scendere in campo con i colori del rainbow sul viso. L’evento si terrà al Nuovo Stadio del rugby, organizzato da Agedo e da Ragusa Rugby e con il sostegno di importanti realtà locali in prima linea contro le discriminazioni delle persone Lgbt, come l’associazione Try Changing, passando per Arcigay, Amnesty International ed altre ancora.

rugby-ragusaIl programma della giornata

Le due squadre che si affronteranno in campo saranno il Sirako Rugby e il Ragusa Rugby, a partire da mezzogiorno. Si sfideranno, accanto alle squadre old, anche quelle femminili e quelle senior, nel corso della giornata. Quindi, alle 17:00, ci si potrà incontrare alla Rugby Village, la zona creata ad hoc dove si terranno i banchetti informativi e dove ci sarà la proiezione di video tematici con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sulla tematica.

Ragusa accoglie le persone Lgbt

L’evento è stato creato per lanciare un importante messaggio ed è importante che esso provenga dal mondo dello sport: nessuno deve sentirsi discriminato per ciò che è, per il proprio orientamento sessuale, per ciò che si sente di essere. Per tale ragione, a sostegno dell’iniziativa è arrivato il patrocinio della Federazione Italiana Rugby e il sostegno del Centro Servizi Culturali del Comune di Ragusa. Il sud più profondo, insomma, manda un messaggio inequivocabile alle persone Lgbt: per loro, a Ragusa, c’è posto insieme a tutte le altre persone. Per loro, e anche per tutti e tutte noi, quel meraviglioso angolo di Sicilia è casa. Ed è bello che sia così.

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca