L’imperdibile canzone della buonanotte per gli omofobi

Caro Mario Adinolfi e cara Miriano Costanza “Questa legge non √® un matrimonio e non c’√® manco pi√Ļ la stepchild, ma mi basta pensarvi¬†incazzati perch√©¬†sia una notte serena per me”. Inizia cos√¨ l’irriverente canzone della buonanotte cantata dall’attivista¬†Marco Crudo sulle note di una celebre canzone di Francesco De Gregori. Dopo l’approvazione di una legge sulle unioni civili tanto dibattuta quanto sofferta, non possiamo che ridere ascoltando¬†queste rime dedicate ai tanti (troppi) Formigoni, Cuccarini, Gasparri, Binetti di questo paese.

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca