Quattro anni per pedofilia a don Inzoli, prete pro-famiglia tradizionale

prete1-k1SF-U430501155114341VXC-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Don Inzoli al convegno della Regione Lombardia (fonte: Corriere.it)

Quattro¬†anni e nove mesi di reclusione, divieto di frequentare¬†luoghi in cui si trovano¬†minorenni, oltre a una precedente multa di 25.000 euro di risarcimento per abusi sessuali: questa la condanna¬†per don Inzoli,¬†capo carismatico di Comunione e Liberazione di Cremona per ben trent’anni, fondatore del Banco Alimentare e noto frequentatore di convegni a sostegno della famiglia tradizionale, come quello organizzato dalla Regione Lombardia, con il benestare del presidente Roberto Maroni, che tanto fece discutere l’anno scorso.

Accuse molto gravi, quelle per il sacerdote:¬†otto episodi di violenza sessuale di cui il sacerdote ha dovuto rispondere, altri¬†quindici caduti in prescrizione. I fatti risalgono al periodo tra il 2004 e il 2008, quando don Inzoli era¬†rettore al liceo linguistico Shakespeare e parroco della chiesa della Santissima Trinit√† di Crema alla quale¬†afferiva¬†il gruppo Giovent√Ļ studentesca. Il condannato avrebbe approfittato del suo ascendente sia sulle vittime sia sulle stesse famiglie le quali, come si legge su Repubblica che riporta la notizia, ¬ęper questo motivo non avrebbero avuto la forza di reagire: tutti provavano una fortissima sottomissione psicologica davanti a lui¬Ľ.

CmLi2QqWEAA9XPc

Stretta di mano tra don Inzoli e Roberto Formigoni

Per questi fatti, si legge ancora, ¬ęfu Papa Benedetto XVI a infliggere a don Inzoli la riduzione allo stato laicale, ammorbidita in seguito il 27 giugno 2014 da Papa Francesco con una pena medicinale perpetua: il prete √® stato invitato a condurre una ‚Äúvita di preghiera e di umile riservatezza come segni di conversione e di penitenza‚Ä̬Ľ. Le autorit√† religiose avevano per√≤ deciso di non¬†trasmettere alla Procura gli atti inerenti i casi accertati di abusi su minori. L’inchiesta √® invece partita dopo un¬†esposto presentato da Franco Bordo, deputato di¬†SEL.

Uno stile di vita, quello del sacerdote, molto lontano da quella propensione alla povert√† e alla tutela dei pi√Ļ deboli che sta alla base della predicazione del Vangelo:¬†amante del lusso sfrenato, don Inzoli √® stato soprannominato “don Mercedes”.¬†Nonostante ci√≤, √® rimasta salda la sua difesa per i valori della famiglia tradizionale, come attestano le immagini che lo videro tra i partecipanti del gi√† citato convegno organizzato dalla Regione Lombardia per tutelare i valori della famiglia tradizionale. Una presenza che evidentemente non ha imbarazzato pi√Ļ di tanto le figure istituzionali l√¨ convenute, per cui √® forse pi√Ļ grave che adulti consenzienti riescano a vivere in piena dignit√† il loro legame affettivo.

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca