In News

Aggiornamento del 18/01/2016 in calce all’articolo.

L’universo integralista cattolico ha un nuovo personaggio che imperversa sui socials: si tratta di Silvana De Mari, medico chirurgo psicoterapeuta, nonché (sic!) scrittrice di discreto successo di libri fantasy per bambini e ragazzi.

E’ diventato virale un suo post (che vi proponiamo senza necessità di commento alcuno) in cui lancia affermazioni gravissime (da un punto di vista medico, scientifico e psicoterapeutico) sull’omosessualità, ovviamente fuorvianti, discriminatorie e davvero prive di alcun fondamento.

15934719_10208234070632742_2057052167_n

Ma basta scorrere la sua bacheca Facebook per comprendere come questo post non si tratti di un caso isolato, tanto da essere stata subito rilanciata dai vari Adinolfi, Provita e relativi seguaci.
In altri post pubblicati, infatti, ci sono vere e proprie farneticazioni sull’efficacia delle teorie riparative (più volte censurate dall’ordine degli psicologi), sulla sessualità femminile, sulla pornografia e perfino sulla violenza contro le donne, in cui fra le altre cose la De Mari attacca ed offende Nichi Vendola e Sergio Lo Giudice per il loro percorso di gestazione per altri.

15941769_10211358638944935_1009372099_n

Intanto proprio oggi pomeriggio Gay Lex con un post ha fatto sapere che, a seguito delle numerose segnalazioni ricevute, scriverà all’Ordine dei Medici “per chiedere l’immediata sospensione del titolo che la De Mari esercita contro i diritti dei pazienti omosessuali” e contro il giuramento di Ipocrate, che testualmente recita così: “giuro (…) “di curare ogni paziente con eguale scrupolo e impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica e promuovendo l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario“.

AGGIORNAMENTO: Nei giorni scorsi, oltre all’esposto di Gay Lex che chiede la sospensione della dottoressa, è stata lanciata una petizione pubblica rivolta all’Ordine dei Medici. I promotori si spingono ancora oltre auspicando la radiazione di De Mari. Mentre scriviamo, la petizione ha già raccolto 6.280 firme a fronte di un obiettivo di 7.500. Qui il link per leggere e firmare la petizione su Change.org.

0

Start typing and press Enter to search