In News

Adesso è ufficiale: l’Ordine dei giornalisti ha radiato Sergio Vessicchio. Il giornalista, iscritto all’albo dei pubblicisti della Campania, era diventato tristemente famoso per aver definito la presenza di una guardalinee donna «uno schifo».

SESSISMO IN TELECRONACA

Il caso Vessicchio era esploso dopo che sui social media era girato un estratto della telecronaca di una partita di eccellenza tra l’Agropoli e il Sant’Agnello. Durante i minuti precedenti al fischio di inizio le telecamere della rete locale CanaleCinque, della provincia di Salerno, avevano indugiato sui tradizionali controlli pre-partita a opera del direttore di gara e dei suoi assistenti. In questo caso, però, la presenza di una guardalinee donna, Annalisa Moccia, ha suscitato la reazione sessista del telecronista.

IL VIDEO CON L’INSULTO

«Una cosa inguardabile. È uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri in un campionato dove le società spendono centinaia di migliaia di euro ed è una barzelletta della federazione una cosa del genere, impresentabile per un campo di calcio», aveva detto in diretta Sergio Vessicchio. Qui di seguito il video con gli insulti.

LE REAZIONI

Le telecronaca di Vessicchio, diffusasi velocemente sul web, ha suscitato subito un gran numero di reazioni sdegnate, sia dal mondo dello sport che da quello del giornalismo. Anche la politica e la società civile si erano immediatamente espresse in solidarietà ad Annalisa Moccia condannando senza appello il comportamento del giornalista. Vessicchio, interpellato da Striscia la notizia, aveva affermato di non essere sessista, ma di aver «sbagliato e ho chiesto scusa alla donna. La mia idea, però, è fissa e bloccata: le donne devono arbitrare le donne, gli uomini devono arbitrare gli uomini».

LA RADIAZIONE

La telecronaca di Sergio Vessicchio era stata prontamente segnalata all’Ordine dei giornalist sia a livello locale che nazionale. Per lui era arrivata la sospensione già a marzo di quest’anno.
Oggi il Consiglio di disciplina territoriale della Campania ha deciso di dare a Vessicchio la massima pena prevista dalla legge professionale, la stessa che aveva portato alla radiazione del giornalista Renato Farina. Ecco il comunicato dell’Ordine della Campania: «Il Consiglio di disciplina territoriale, dopo approfondita istruttoria, come previsto dalla Legge, ha provveduto a radiare dall’Albo il giornalista pubblicista Sergio Vessicchio. La decisione è stata notificata anche al Procuratore generale della Corte d’Appello di Napoli. La radiazione è stata delibera ai sensi dell’art. 55 della legge n 69 del 1963 e successive modifiche».

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca