Polizia violenta al pride di Instanbul, arrestato giornalista: “Hanno tentato di soffocarmi”

Un noto fotogiornalista turco, BĂŒlent Kılıç, Ăš stato brutalmente fermato dalla polizia turca mentre stava documentando il pride di Instanbul. Il fatto risale al 26 giugno, ma la stampa ne dĂ  notizia oggi, dopo i violenti scontri tra poliziotti e manifestanti nell’ex capitale turca. Ricordiamo che le autorità hanno deciso di vietare il pride per il settimo anno consecutivo. Le ragioni? Motivi di ordine pubblico e per evitare provocazioni. CiĂČ non ha fermato gruppi di militanti che hanno invaso le piazze della cittĂ , attirando la reazione delle forze dell’ordine.

Le violenze al pride di Instanbul

pride di Istanbul

La polizia contro la comunitĂ  Lgbt+ turca

In mezzo al parapiglia, i poliziotti hanno anche fermato il giornalista che stava semplicemente svolgendo il suo lavoro. Come riporta Il Post, «il violento arresto di Kılıç Ăš stato documentato da diverse persone sui social network: nei video si vedono alcuni poliziotti gettarlo a terra; si vede anche uno di loro che lo tiene fermo premendogli il ginocchio sul collo, una pratica che puĂČ causare soffocamento». La vittima della brutale aggressione ha dichiarato sui social: «È stato fatto un attentato alla mia vita: hanno tentato di soffocarmi».

Ecco cosa significa evitare gli “eccessi”

La polizia, dal canto suo, minimizza. «Kılıç era “purtroppo” tra le persone che erano state arrestate per aver partecipato a una manifestazione vietata» apprendiamo ancora. È stata aperta un’inchiesta sui fatti che vedono coinvolto il giornalista. Di certo, questo attentato alla libertĂ  di stampa e alla libertĂ  di manifestare dovrebbe fare riflettere molti e molte – anche dentro la nostra comunitĂ  – che negli ultimi giorni si sono scagliati contro gli “eccessi” dei pride di Roma e Milano, bollandole come provocazioni. Ecco cosa succede quando si vogliono evitare provocazioni. Si sospende la democrazia, come al pride di Instabul. A suon di manganello.

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca