In News

Un’assemblea generale aperta ad associazioni, reti e collettivi. Uno spazio di confronto per spiegare quanto fatto in questi anni e cosa fare ancora per il futuro, per organizzare nuove mobilitazioni e proposte per l’uguaglianza. Sono questi gli obiettivi dell’evento organizzato da Possibile Lgbti+, il coordinamento arcobaleno interno al partito fondato da Pippo Civati e diretto da Beatrice Brignone. Un’assemblea a cui si può partecipare on line il prossimo 23 gennaio 2021, dalle 9:30 alle 13:00.

Un’agenda politica di liberazione

«La campagna “Possibile Lgbti+”» dichiarano i/le responsabili «è nata qualche anno fa per contribuire in maniera ancora più netta e decisa alla costruzione di un’agenda politica capace di promuovere la liberazione, i diritti e l’uguaglianza delle persone Lgbtqi+». L’intento è ambizioso: creare un’agenda politica capace di promuovere la liberazione, i diritti e l’uguaglianza delle persone LGBTQI+. Trasportare anche in Italia l’esperienza di tante realtà politiche europee, con una campagna permanente all’interno del partito. Un’azione capace di agire sia a livello territoriale, sostenendo le singole battaglie, sia a livello nazionale con l’elaborazione di una proposta politica di più ampia scala.

Troppo silenzio dentro i partiti tradizionali

possibile

Gianmarco Capogna

«In questi anni abbiamo fatto un grande lavoro» dichiara Gianmarco Capogna, responsabile per i diritti civili di Possibile Lgbt+, insieme a Francesca Druetti «per cercare di costruire uno spazio politico che fosse allo stesso tempo un luogo di elaborazione condivisa e collettiva ma anche di rappresentanza». L’intento è nobile: dar voce a quelle realtà «che troppo spesso vengono ignorate dalla politica». E denuncia, ancora, Capogna: «Troppo spesso dobbiamo registrare silenzio e difficoltà nell’abbracciare apertamente le battaglie della comunità» dentro i singoli partiti.

Il 2021 nella speranza di un nuovo corso per i diritti

«Lo diciamo da anni» dichiara ancora Capogna, «non basta qualche riga di un programma elettorale, le persone Lgbtqi+ hanno bisogno di una lotta quotidiana. In questo senso noi proviamo a dare il nostro contributo politico e culturale. Il 2021 si apre con la speranza di poter superare la pandemia e riprendere le nostre vite». E con le nostre vite, anche la lotta per i nostri diritti: «L’Assemblea di Possibile Lgbtqi+ vuole servire proprio a questo: tirare le somme e rilanciare perché siamo ancora molto distanti dall’uguaglianza in libertà, diritti e opportunità».

Come partecipare all’assemblea di Possibile

La partecipazione è aperta: «Tutte le persone interessate potranno iscriversi tramite l’apposito modulo disponibile a questo link bit.ly/3pKeaWj. Tramite l’iscrizione al modulo sarà possibile anche prenotare il proprio intervento (della durata massima di 3 minuti, per permettere al maggior numero di persone di intervenire) specificando il tema o la proposta che sarà portata all’attenzione dell’assemblea. Una volta registrat*, qualche giorno prima dell’iniziativa, verrà inviato il link e le istruzioni per collegarsi».

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca