In News

Trump non vuole più le persone trans nelle Forze Armate. L’ha dichiarato qualche giorno fa in tre tweet. E sebbene i generali di corpo d’armata lo abbiano sconfessato dicendo che i tweet non servono a modificare la policy stabilita, le proteste si sono susseguite in tutti gli Usa. L’ultima iniziativa è di una ex chirurga della Marina. La dottoressa Christine McGinn, che è lei stessa una trans, ha annunciato che eseguirà gli interventi per la riassegnazione del sesso gratuitamente a chiunque voglia rimanere nelle forze armate statunitensi. Se il governo si rifiuta di pagare gli interventi, lei li farà ugualmente. Gratis.

chirurga_trans_usa“Un’evidente discriminazione”

La dottoressa, intervistata dalla CNN, ha promesso di prendersi cura dei veterani e delle veterane trans
“Se il comandante in capo non intende prendersi cura dei nostri veterani, lo faranno loro stessi – ha detto -. Eseguirò l’intervento gratuitamente alle persone che sono già in lista per sottoporvisi”.
“È un’evidente discriminazione – ha aggiunto la dottoressa riferendosi alla dichiarazione di Trump -. Se ne accorgerebbe anche un bambino delle elementari”.

La questione dei costi? Solo una scusa

Per McGinn la questione dei costi che le forze armate dovrebbero sostenere è solo una scusa. “Penso che il costo di avere militari specializzati e ben preparati sia esponenzialmente maggiore di quello che servirebbe per prendersene cura” ha detto la chirurga. “I miei pazienti tornano a lavoro in sei settimane, a volte perfino in due” ha spiegato per sostenere che neanche l’assenza dal lavoro dovuta all’intervento rappresenta una perdita così insostenibile.

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca