In News

Era pronto a donare 7,600 dollari a una bambina malata di cancro. Poi ci ha ripensato: i genitori della bambina sono una coppia lesbica .

Callie, 18 mesi, ha il cancro al quarto stadio.
Si tratta di un neuroblastoma avanzato diagnosticatole il giorno di Capodanno in Cincinnati, Ohio. Le sue due mamme Tiffany e Albree Shaffer stanno cercando disperatamente di raccogliere i soldi per affrontare le spese del costoso trattamento di cui la bambina ha bisogno. Tra i tentativi quello di lanciare una campagna di crowdfunding attraverso una pagina Facebook (Callie strong,Tiny but mighty) e una pagina GoFundMe.

Ha bisogno di una mamma e un papà

C’è la storia di Callie e di riflesso la storia dei donatori. Cittadini commossi che hanno iniziato ad aiutare la piccola di 18 mesi e a diffondere attraverso la rete l’appello dei genitori. A far discutere tuttavia quella dell’aspirante donatore che spiega sulla pagina Facebook perché non verserà la quota importante di 7.600 dollari preferendo indirizzarla altrove:
“Le mie preghiere vanno alla piccola Callie. Stavo per donare 7600,00 dollari al suo fondo, ma ho scoperto che i suoi genitori sono lesbiche” -scrive- “Quindi donerò tutto al St. Jude. Scusate. Pregherò comunque per lei, ma la sua malattia è un segnala di Dio, ci dice: la bambina ha bisogno di una mamma e un papà, non di due mamme”

Callie ha bisogno di 18 mesi di chemio

Callie avrà in realtà bisogno di 18 mesi di chemioterapia e radioterapia, un trapianto di midollo osseo, e avrà anche bisogno di un intervento chirurgico futuro per rimuovere il cancro una volta ristretto, secondo la pagina GoFundMe. “Albree ha dovuto smettere di lavorare in più posti di lavoro per stare in ospedale con Callie, mentre Tiffany sta ancora lavorando il più possibile e va in ospedale ogni giorno”, si legge anche nella pagina.

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca