Siracusa Pride 2022, con un occhio alla scuola per educare alle differenze

Un pride che guarda al mondo della scuola, quello di Siracusa. In questa cittĂ  si terrĂ , infatti, il prossimo 7 maggio presso la Sala CNA di via Trapani 78 il corso Educare alle differenze nella scuola pubblica. Secondo appuntamento di avvicinamento al Siracusa Pride 2022. Un corso di aggiornamento gratuito, per il personale della Scuola Pubblica Statale. E non solo, l’incontro è aperto a chiunque sia interessato alle tematiche antidiscriminatorie.

Docenti e finalitĂ  del corso

Il corso di formazione è organizzato dal CESP – Centro Studi per la Scuola Pubblica. Un’associazione fondata dai COBAS scuola nel 1999 e riconosciuta dal MIUR come Ente per la formazione e L’aggiornamento del personale della scuola. Assieme a questa realtĂ , collaborano anche le associazioni del Coordinamento Siracusa Pride 2022. Gli ospiti e le ospiti presenti sono: Lorenzo Perrona (docente, CESP – Cobas Siracusa); Dario Accolla (docente e attivista LGBT+); Davide Zotti (Ph.D., CESP Trieste); Valentina Millozzi (Ph.D., CESP Bologna); Claudio Cappotto (psicoterapeuta, Centro SInAPSi, UniversitĂ  “Federico II” di Napoli) e Luciano Nigro (LHIVE Catania). 

La locandina del corso

La partecipazione alla giornata di formazione darà diritto, ai sensi dell’art. 63 e 64 del CCNL 2006/2009, all’esonero dal servizio (anche per il personale precario). Sarà valida ai fini dell’espletamento dell’obbligo di formazione previsto dalla Legge 107/2015. Contestualmente verrà rilasciato attestato di frequenza ai sensi della normativa vigente. 

L’importanza della scuola nella lotta alla discriminazione

E proprio Davide Zotti ricorda l’importanza dell’azione nel mondo della scuola: «Ancora oggi gli e le studenti LGBTQ+ continuano a essere vittime di insulti, pettegolezzi e maldicenze, di violenza fisica ed esclusione sociale». Violenze che avvengono in un contesto che, invece, dovrebbe proteggere la popolazione studentesca.

«Le ricerche internazionali» continua «ci dicono che le e gli studenti vittime di discriminazione e violenza omolesbobitransfobica sono esposte/i ad un rischio maggiore di problemi di salute mentale, pensieri e tentativi suicidari, abuso di sostanze, attività sessuali a rischio, scarso rendimento scolastico, dispersione scolastica e basso interesse a proseguire gli studi dopo la scuola superiore». Fondamentale, dunque, dare supporto agli/lle studenti LGBTQ+. Proprio combattendo gli stereotipi di genere.

Per una classe “arcobaleno”

E Lorenzo Perrona, dei Cobas Scuola Siracusa, aggiunge: «La collaborazione con il Siracusa Pride nasce in quest’ambito come scelta culturale e come azione per offrire a giovani e famiglie un luogo sempre accogliente e in grado di apprezzare ogni individualitĂ . Il convegno Educare alle differenze nella scuola pubblica, infatti aiuterĂ  educatori, genitori e giovani a trovare nella “classe arcobaleno” un luogo di studio e di socializzazione aperto al mondo e alla reciproca valorizzazione». Ricordando che i docenti Cobas di Siracusa, «sono anche attivi a livello cittadino nella rete dell’associazionismo, vero tessuto sociale e culturale che troppo spesso fa fronte alle carenze delle istituzioni». 

Il comitato promotore del Siracusa Pride

Il Comitato Siracusa Pride ricorda ancora che all’incontro di sabato 7 maggio seguiranno altri eventi. Questi accompagneranno il percorso di avvicinamento alla marcia conclusiva che avrĂ  luogo il prossimo 16 luglio. Tutti gli eventi sono organizzati e promossi da Arcigay Siracusa e Stonewall GLBT Siracusa, in collaborazione con: Amnesty International – Gruppo Italia 85, Arci, Arciragazzi Siracusa 2.0, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Centro Antiviolenza Ipazia, CGIL, COBAS Scuola Siracusa, COBAS pubblico impiego Siracusa, No all’Odio – Movimento di contrasto ai discorsi d’Odio, Rete Degli Studenti Medi – Rete Emporwerment Attiva, UIL, Unione Degli Studenti Siracusa, Zuimama Arciragazzi, Oltre Frontiere.

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca