Michele Bravi, al Concertone: “Le parole hanno un peso, anche quelle più leggere”

Passata un po’ in sordina, per il clamore suscitato dal “caso Fedez”, la testimonianza di Michele Bravi al Concertone del Primo maggio. Eppure anch’essa merita la giusta attenzione. Il cantante – come ricorda il Corriere.it – ha risposto indirettamente al duo comico Pio e Amedeo, la cui infelice performance a Felicissima sera ha fatto molto discutere.

Michele Bravi: “Ci è voluto tempo per trovare le parole per dire che amo un ragazzo”

Michele Bravi ha ricordato il peso delle parole, nella vita di tutti i giorni. «Qualcuno ha detto che l’intenzione è molto più importante delle parole che si usano» ha dichiarato il cantante, visibilmente emozionato sul palco del Primo maggio (e senza mai citare i due). Continuando: «Io da cantautore uso le parole per raccontare la visione creativa del mondo le parole scrivono la storia, anche quelle più leggere possano avere un peso da sostenere enorme». Bravi ha ricordato, ancora, il tempo che ci è voluto per lui per trovare le parole giuste per ammettere di amare un ragazzo.

Ma lasciamo parlare l’autore di questa testimonianza, delicata e potente al tempo stesso:

xxx

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca