Categorie: Cool

Irene Dionisio: una giovane regista alla guida del festival del cinema gay di Torino

“Di ritorno a Torino con tanto lavoro da fare”. Così Irene Dionisio “annuncia” la novità sul suo profilo Facebook alla fine della presentazione del suo ultimo documentario al Goteborg Film Festival. La giovane regista, infatti, è stata scelta per dirigere il Turin Gay and Lesbian Film Festival. Dionisio, dunque, prenderà il posto di Minerba, da poco nominato presidente del TGLFF.

Irene Dionisio

Il suo “Shores-In The Safe Nothern Sun” (Sponde – Nel sicuro Sole del Nord), un doc girato a Lampedusa, è stato un grande successo anche in Svezia dove i tre giorni di proiezione hanno registrato il tutto esaurito. Ora la pellicola sarà presentata anche al Los Angeles Italian Institut dove però Dionisio non sarà presente perché, appunto, chiamata a Torino ad organizzare la prossima edizione del festival del cinema gay e lesbico del capoluogo piemontese.
Trentun’anni, torinese, Irene Dionisio è laureata in filosofia estetica e sociale ed ha frequentato il Master in documentarismo diretto da Daniele Segre e Marco Bellocchio, e il Master IED diretto da Alina Marazzi.

È socia fondatrice dell’associazione Fluxlab con la quale cura progetti culturali e artistici su temi che riguardano l’integrazione e le questioni di genere. Ha al suo attivo sette documentari e un film di finzione. Con “Sponde” ha vinto il Premio “Solinas” come Miglior Documentario per il Cinema e il Premio “My Movies – dalla parte del pubblico” al 56esimo Festival di Firenze.

Condividi

Articoli recenti

Toilette “gender free”: all’Università di Torino è scontro con i collettivi di destra

L'iniziativa mandata avanti da un collettivo indipendente. Ma la destra nostalgica non ci sta...

6 dicembre 2019

Seattle, 10.000 lucine di Natale arcobaleno contro i vicini bigotti

L'iniziativa di una donna gay-friendly, contro i vicini omofobi. Succede a Seattle, negli USA.

6 dicembre 2019

Boston, giovane uomo aggredito con pala e taglierina perché gay

Un'aggressione immotivata, per le strade di Boston.

6 dicembre 2019

Gran Bretagna, nasce primo bambino da “gravidanza condivisa”

Dalla Gran Bretagna una nuova tecnica, che permette di "condividere" la maternità.

5 dicembre 2019

Vuole comprare un gatto: «Non vendiamo a transessuali». La denuncia

«Evidentemente quando il venditore ha visto la mia foto profilo su WhatsApp, si è indignato, è rimasto sconvolto».

5 dicembre 2019

Lipsia, l’allenatore Nagelsmann a favore del coming out

Un'importante apertura dal mondo del calcio, tradizionalmente ostile al mondo Lgbt+.

5 dicembre 2019