Categorie: News

Venezia cambia idea: sulla carta d’identità Anna ha due mamme

Anna e le sue mamme ce l’hanno fatta. Alla fine il Comune di Venezia ha rilasciato alla bimba di sei anni la cata di identità con scritto “genitori” e non “madre” e “padre” come previsto dal decreto Salvini.
La vicenda risale a qualche giorno fa quando le due donne, riconosciute entrambe madri della piccola dopo una sentenza di stepchild adoption del Tribunale, sono andate all’anagrafe a chiedere per la figlia la carta d’identità.
Ma stando a quanto stabilito dal contestatissimo provvedimento del ministro dell’Interno, la carta d’identità della piccola non poteva riportare i nomi di tutte e due le donne perché deve indicare necessariamente “padre” e “madre”.

La soluzione: carta invece che digitale

Anna, perciò, era rimasta senza documento.
La soluzione, secondo quanto riporta il Corriere del Veneto, è stata rilasciare una carta d’identità cartacea invece di quella elettronica, ormai obbligatoria per tutti.
I legali hanno spiegato che il Comune può comunque optare per questa scelta se si presentano “gravi motivi”.
Nel caso di Anna il grave motivo era proprio l’ipossibilità di rilasciarle il documento riportando il suo reale status di figlia di due mamme.
Come sottolineano le due mamme, il caso-Venezia potrebbe fare da apripista per i tanti bambini che sono nella stessa situazione di Anna e che rischiano di non potere avere una carta d’identità.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Torino candidata per ospitare l’Epoa 2021: la prima volta per una città italiana

L'annuncio da parte del Coordinamento Torino Pride. E c'è il supporto di Roma e Milano.

30 settembre 2020

Legge Zan, si comincia il 20 ottobre: “Approviamola il 22”

"La discussione inizierà il 20 ottobre per approvare la legge il 22". Così, durante una…

30 settembre 2020

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020