Categorie: News

Omofobia: terza aggressione in pochi giorni, questa volta a Trento.

Omofobia a Trento: è il terzo episodio denunciato nel giro di pochi giorni. Questa volta è successo a Mezzolombardo, dove alcune persone a bordo di un furgone avrebbero affiancato e riempito di insulti una coppia che passeggiava.

L’AGGRESSIONE

Secondo la denuncia di Arcigay Trentino l’aggressione si sarebbe verificata domenica sera, durante una passeggiata. Un furgone li avrebbe seguiti per un po’, a passo d’uomo, fino all’aggressione vera e propria. Dal furgone sarebbero scese alcune persone che avrebbero aggredito verbalmente la coppia. Gli insulti omofobi ovviamente l’avrebbero fatta da padroni. «Una tranquilla passeggiata domenicale di una coppia per le strade della propria città è stata interrotta da violenti insulti, urla e minacce a sfondo omofobo da parte di un gruppo di assalitori» scrive infatti Arcigay Trentino sul suo profilo social.

UN EPISODIO SINTOMATICO

Secondo l’associazione l’episodio sarebbe «sintomatico anche del disinteresse delle istituzioni locali, che per prime non sembrano interessate al benessere della comunità LGBT+, restando in silenzio ed evitando il dialogo e il confronto con le associazioni, gli enti e i movimenti che sul territorio ogni giorno informano e sensibilizzano per prevenire le violenze contro chi è semplicemente se stesso e desidera vivere la propria vita in libertà».

LE ISTITUZIONI E L’OMOFOBIA

Nel comunicato pubblicato da Arcigay Trentino si fa un richiamo alle responsabilità che necessariamente devono prendersi anche le istituzioni nella lotta contro l’omofobia. Si legge infatti che «il lavoro di contrasto all’omo/bi/transfobia non può più ricadere unicamente sul lavoro volontario e gratuito dell’associazionismo locale: sono necessari impegno ed interesse anche degli enti pubblici locali, per superare gli slogan “copia/incolla” e le semplici dichiarazioni d’intenti che, per quanto positive, non trovano poi riscontro nella realtà con azioni vere e proprie».

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Coronavirus, la campagna per il sostegno alle persone Lgbt+ durante l’isolamento

La Rainbow Line in aiuto delle persone Lgbt+ chiuse in casa a causa del coronavirus.

26 marzo 2020

Effetto coronavirus: annullato l’Umbria Pride (e non sarà il solo)

Per la prima volta, sarebbe stato "Umbria Pride" e non più "Perugia Pride". Ma ieri…

26 marzo 2020

Quarantena e informazioni: 3 buone pratiche per affrontare il coronavirus

Attenzione alle informazioni che troviamo sul web: non tutte sono buone e rischiano di creare…

25 marzo 2020

Gestire la paura: i 10 consigli degli psicologi contro lo stress da coronavirus

Dieci buoni consigli per evitare di farsi prendere dal panico, durante l'emergenza da coronavirus.

24 marzo 2020

La cosa più difficile per un genitore? Spiegare ai nostri figli cosa sta succedendo là fuori

Cosa significa vivere in una famiglia arcobaleno, al tempo del coronavirus.

20 marzo 2020

#Fottiamoilcoronavirus: la campagna di CondividiLove sul sesso e il Covid-19

"A solito, di sesso non si parla mai". E l'emergenza Covid-19 non fa eccezione. Per…

19 marzo 2020