Categorie: News

Dice agli amici che il marito è omosessuale e lui la denuncia per diffamazione

Il suo matrimonio sta finendo e lei, una donna che vive in una località vicino a Rimini, si è sfogata con alcuni amici, durante una cena. A loro ha raccontato che, secondo lei, il marito sarebbe omosessuale. Perché ha questo sospetto? Perché dopo tanto tempo trascorso senza rapporti sessuali, lei ha pensato che il marito avesse un’altra donna.
Il punto è che curiosando sul cellulare dell’uomo ha trovato un’app per appuntamenti tra uomini. Questo ha alimentato nella donna l’idea che il marito fosse omosessuale.

Uno sfogo diventato di dominio pubblico

Come riporta Il Corriere della Romagna, però, lo sfogo non è rimasto privato e si è trasformato presto in un pettegolezzo che è passato di bocca in bocca fino ad arrivare alle orecchie dell’uomo. Infuriatosi, lui ha denunciato la quasi ex moglie per diffamazione.
Una denuncia che, però, è destinata con ogni probabilità a rimanere lettera morta. La Procura ha infatti chiesto l’archiviazione perché “il fatto non costituisce reato”.

“Omosessuale” non è un’offesa

Una sentenza della Cassazione del 2016 (la numero 50659), infatti, stabilisce che al termine “omosessuale” va conferita un’attribuzione neutra e non offensiva perché identifica delle preferenze sessuali di un individuo. Questo vale anche se la parola viene pronunciata con intento offensivo. Per i supremi giudici, chiamati allora ad esprimersi su un caso simile, non si tratta di una parola lesiva della reputazione di una persona. Nella richiesta di archiviazione, su cui ancora deve esprimersi il giudice, si legge che “non si ravvisano elementi di rilevanza penale, sia per la mancanza dell’elemento materiale sia per la mancanza dell’elemento psicologico del reato”.
Insomma, l’uomo dovrà trovare altro a cui attaccarsi per dare del filo da torcere all’ex moglie non la diffusione della notizia del suo (presunto!) orientamento sessuale.

Condividi

Articoli recenti

Napoli, donna trans picchiata e buttata in un tombino

Una donna trans è stata picchiata e rinchiusa in un tombino, a Napoli. Un'aggressione transfobica di una violenza inaudita che…

16 dicembre 2019

Lesbiche, minorenni e innamorate. Fuga d’amore da Nizza alla Calabria

Un amore lesbico osteggiato dalle famiglie, una fuga per migliaia di chilometri e un intero paese disposto ad aiutarle. È…

13 dicembre 2019

Uk, Boris Johnson ha vinto: cosa devono aspettarsi le persone Lgbt+?

La notizia ha iniziato ad aleggiare nell’aria fin dai primi exit poll di ieri sera. I Conservatori hanno stravinto le…

13 dicembre 2019

Aveva raccontato le terapie riparative: donna lesbica trovata senza vita

Prime le terapie riparative, poi il ricovero per autolesionismo. Alan Chen aveva raccontato la sua storia al Denver Post ad…

13 dicembre 2019

Hallmark, lo spot di wedding planning non è piaciuto alle mamme cristiane

Questo Natale è crollato uno dei più grandi bastioni dell’eteronormatività: il canale televisivo statunitense Hallmark. A scatenare le ire degli…

12 dicembre 2019

YouTube, nuove regole per mettere alla porta l’hate speech

Proprio ieri YouTube ha annunciato una nuova politica che metterà al bando gli youtuber che creano contenuti violenti. Le nuove…

12 dicembre 2019