Categorie: News

Brescia, il sindaco Del Bono nega la seconda mamma a due bimbi: l’appello delle due donne

Francesca Lonia e Manuela Smeriglio sono due cittadine bresciane e anche una coppia e mamme di due bambini. Il più piccolo è nato il 26 maggio scorso e le due donne hanno chiesto al sindaco Del Bono di essere riconosciute entrambe come madri dei bambini, perché è ciò che sono.

Il no del sindaco

Il sindaco, però, non ha accettato la richiesta. Rieletto lo scorso 10 giugno con la coalizione di centrosinistra, Del Bono si è trincerato dietro la mancanza di una legge che riconosca le famiglie arcobaleno.
Ora le due donne, che sono unite civilmente, rivolgono al primo cittadino un appello perché cambi idea e scelga la stessa strada già intrapresa da altri comuni come Torino, Milano, Bologna, Gabicce Mare e molti altri.

“Serve la buona volontà dei sindaci”

“Che non ci sia una legge specifica è vero – commenta Michele Giarratano, l’avvocato di Famiglie Arcobaleno che segue le due donne -. C’è un vuoto rimasto nella legge sulle unioni civili. Ma è anche vero che non ci sono leggi che vietano di riconoscere due mamme o due papà. Quel vuoto può essere colmato. Basta appellarsi alle altre norme dell’ordinamento giuridico, ma serve anche la buona volontà dei sindaci, come sta già succedendo in tante città”.
I bimbi, al momento, risultano figli di una sola delle loro due mamme: quella che li ha partoriti. Ma nessun dovere è riconosciuto all’altra mamma che, come in tutte le famiglie arcobaleno, non solo li ha voluti tanto quanto la sua compagna, ma li accudisce e li cresce insieme a lei ogni giorno.
Del Bono, al momento, non ha rilasciato dichiarazioni in merito.

Condividi

Articoli recenti

Lesbiche, minorenni e innamorate. Fuga d’amore da Nizza alla Calabria

Un amore lesbico osteggiato dalle famiglie, una fuga per migliaia di chilometri e un intero paese disposto ad aiutarle. È…

13 dicembre 2019

Uk, Boris Johnson ha vinto: cosa devono aspettarsi le persone Lgbt+?

La notizia ha iniziato ad aleggiare nell’aria fin dai primi exit poll di ieri sera. I Conservatori hanno stravinto le…

13 dicembre 2019

Aveva raccontato le terapie riparative: donna lesbica trovata senza vita

Prime le terapie riparative, poi il ricovero per autolesionismo. Alan Chen aveva raccontato la sua storia al Denver Post ad…

13 dicembre 2019

YouTube, nuove regole per mettere alla porta l’hate speech

Proprio ieri YouTube ha annunciato una nuova politica che metterà al bando gli youtuber che creano contenuti violenti. Le nuove…

12 dicembre 2019

Omofobia, uomo denuncia madre e fratello: «Solo il suicidio salva il disonore»

L’omofobia è una cosa orribile, quando avviene in famiglia assume contorni ancora più terribili. Un uomo di Arborea, in provincia…

12 dicembre 2019

Finalmente le donne dello sport potranno essere considerate professioniste

Vi verrebbe mai di mettere in dubbio che Sara Gama, la capitana della nazionale femminile di calcio sia una professionista?…

12 dicembre 2019