News

Vip in campo per la legge contro l’omo-transfobia: “Non c’è tempo da perdere”

Il mondo dello spettacolo e della cultura scende in campo a favore della legge contro l’omo-transfobia. Una vera mobilitazione di massa, quella di vip, personaggi del mondo del giornalismo, attori e attrici e quanti e quante stanno scendendo in campo per esprimere la loro vicinanza alle persone Lgbt+ e il proprio sostegno alla legge contro omo-transfobia, misoginia e abilismo. L’elenco è lungo, ma possiamo vedere sulla pagina de I sentinelli di Milano quali sono le personalità pubbliche che stanno dando il loro sostengo, aderendo alla campagna Da’ voce al rispetto, che ha lanciato una petizione a sostegno del ddl fermo in Senato.

Vip in campo per la legge contro l’omo-transfobia

Tra i supporter ricordiamo lo chef Massimo Bottura, che definisce «rivoluzionaria, per l’Italia» la legge Zan, ricordando che nella sua squadra di lavoro c’è un miscuglio di diversità – per etnie, colore della pelle e orientamento sessuale – che considera una ricchezza. L’attore Enrico Bertolino auspica una rapida calendarizzazione e una successiva approvazione, in tempi brevi, ricordando l’importanza di una legge contro la violenza. L’attrice Alessandra Faiella sostiene che l’Italia ha bisogno di una legge contro l’omo-transfobia, mentre Dario Vergassola – ironizzando – dichiara: «Usciamo fuori da questo medio evo, approviamo la legge».

“Non c’è tempo da perdere”

Ancora, tra i nomi noti, ricordiamo Alessandro Cattelan, che invita a firmare la petizione e ricorda la legge Reale-Mancino: «Si tratta solo di espandere questa legge per evitare che si commettano violenze basate sulla discriminazione nei confronti dell’orientamento sessuale, dell’identità di genere e dell’abilismo». E c’è anche Chiara Pedroni, campionessa italiana di danza in carrozzina nel 2018, che ricorda: «Non c’è tempo da perdere, è una legge importantissima per tutti. Uniamoci e facciamoci sentire» ricordando l’efficacia del ddl contro le discriminazioni.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Catania, Comune nega la carriera alias alle persone transgender

Il comune di Catania nega la carriera alias alle persone transgender e non binarie della…

22 Giugno 2024

Ignazio Marino, sei ancora un alleato della comunità LGBTQIA+?

Ce lo ricordiamo tutti, Ignazio Marino, allora sindaco di Roma, che trascrive pubblicamente 16 matrimoni…

12 Giugno 2024

Europee 2024, piccoli passi per garantire il diritto di voto alle persone trans

Come a ogni tornata elettorale, e ciò vale anche per le elezioni europee, molte persone…

8 Giugno 2024

Arriva la saga finale di Sailor Moon: il ritorno delle guerriere “transgender”

Una notizia a lungo aspettata dalla fan base italiana: Sailor Moon torna su Netflix, per…

7 Giugno 2024

Enna Pride, la prima volta della marcia arcobaleno nel centro della Sicilia

Ci sono le prime volte, alcune delle quali lasciano un segno indelebile, e l'Enna Pride…

2 Giugno 2024

Padova: il Tribunale dice sì a 35 certificati con due mamme

Il Tribunale di Padova ha rigettato tutte le impugnazioni degli atti di nascita con due…

5 Marzo 2024