Categorie: News

Verona, torna a celebrare messa il prete che ha sposato il compagno

È tornato a celebrare la messa Giuliano Costalunga, prete di Selva di Progno, Verona, che nel 2017 ha sposato alle Canarie il suo compagno.

IL MATRIMONIO

Era il 2017 quando don Giuliano Costalunga, professione prete, decise di scappare alle Canarie. Il motivo della fuga? Le sue nozze, secondo la legge spagnola, con il suo ex collaboratore Paolo Scala. Una fuga d’amore che non aveva mancato di scatenare un polverone in seno alla chiesa cattolica, con tanto di sospensione a divinis.

IL RITORNO

Don Giuliano Costalunga è tornato, seppur brevemente, a Selva di Progno, Verona, dove ha celebrato messa con tanto di paramenti. La cerimonia è avvenuta domenica scorsa, in una sala di Villa de Winckels, una dimora storica. Presenti amici, parenti, parrocchiani e fedeli. Una sorta di rimpatriata prima di tornare alle Canarie col compagno. In un video girato all’aeroporto Oro al Serio ha detto: «È stato bellissimo rivedervi, un bacio a tutti e grazie a Dio, che ha reso possibile il mio “miracolo” regalandomi un’esperienza nuova di umanità».

SCOMUNICA IN ARRIVO?

A pochi mesi dalla notizia delle nozze con Scala, nel luglio 2018, era intervenuto direttamente il vescovo Giuseppe Zenti. Il vescovo era intervenuto durante una funzione alla quale Costalunga aveva partecipato solo come fedele, anche se quella di domenica scorsa non è stata l’unica messa celebrata dal prete innamorato. Fedele alla chiesa vetero-cattolica, nata a Utrecht a fine Ottocento, don Giuliano Costalunga avrebbe celebrato altre messe oltre a quella documentata di domenica. Per lui potrebbe essere in arrivo la scomunica.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020

La stanza dei canarini: l’amore tra Giulia e Adele, una storia tutta schiaffi

«Perché è questo che succede quando due si lasciano. Succede che uno decide di morire…

12 settembre 2020