Categorie: News

Addio a Stephen Hawking, lo scienziato che combatté malattia e pregiudizi

È morto nella sua casa a Cambridge all’età di settantasei anni Stephen Hawking, una delle voci più autorevoli a livello mondiale nel campo dell’astrofisica. Come si legge su Repubblica.it, a lui «si deve la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’Universo (denominata stato di Hartle-Hawking) e la termodinamica dei buchi neri, la cosiddetta “radiazione di Hawking”».

Il rapporto con la malattia

Nel 1963 gli fu diagnosticata la Sla (sclerosi laterale amiotrofica), malattia degenerativa che porta all’invalidità. Lo scienziato fu così costretto alla sedia a rotelle e a parlare tramite un macchinario specifico. Ciò non gli ha impedito, tuttavia, di divenire uno scienziato di fama internazionale. La Sla non ha rappresentato un ostacolo alla piena realizzazione della sua vita: «Il dottore che mi diagnosticò la malattia mi diede due, tre anni di vita» ha dichiarato «spero che la mia storia possa esservi fonte d’ispirazione».

La petizione per Turing

Portò avanti, inoltre, una battaglia a favore di Alan Turing: insieme a Lord Michael Grade si unì a molti altri colleghi del mondo accademico per chiedere a David Cameron di riabilitare la memoria del matematico inglese – nonché padre dell’informatica – attraverso la procedura di “perdono formale” per una condanna per omosessualità. Turing, infatti, era stato perseguitato nell’Inghilterra degli anni Cinquanta e sottoposto alla castrazione fisica, quando essere gay era ancora illegale.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020