La Germania dice sì: sui documenti si potrà scegliere il terzo genere

Il Parlamento tedesco ha approvato una legge che aggiungerà il terzo genere ai certificati di nascita. Un voto considerato un successo dagli attivisti e le attiviste intersex e non-binari.
Lo spazio bianco introdotto nei documenti tedeschi nel 2013, sarà sostituito dalla dicitura “diverso” per chiunque non sia né maschio né femmina.
Anche le persone trans potranno cambiare il genere indicato alla nascita sui loro documenti, se lo vorranno, anche se perché questo sia possibile è ancora necessario che la decisione sia supportata da un parere medico.


La sentenza della Corte Costituzionale

Il voto sul terzo genere nei certificati di nascita è stato espresso ieri, 13 dicembre, dal Bundestag ed è la conseguenza della sentenza della Corte Costituzionale Federale, il tribunale di grado più alto del paese, in favore di una persona intersex che voleva che sui suoi documenti apparisse, appunto, il terzo genere. La sentenza risale a novembre dello scorso anno.
La Corte aveva ordinato che entro la fine del 2018 il Parlamento avrebbe dovuto riconoscere legalmente un’altra opzione di genere alla nascita o rimuovere del tutto l’indicazione dai documenti.
Era stata la stessa Angela Merkel, ad agosto, a votare favorevolmente l’aggiunta del terzo genere.

Non solo la Germania

Ad oggi, oltre che in Germania, il terzo genere sui documenti si può scegliere (o è in discussione) in Australia, Austria, Canada, Danimarca, India, Irlanda, Malta, Olanda, Nepal, Nuova Zelanda, Pakistan e Uruguay.
Anche alcuni stati degli Usa stanno facendo questo passo. Lo Stato di Washington lo ha annunciato all’inizio del 2018, mentre Washington DC è stato il primo territorio statunitense a permettere l’uso della “X” invece che “M” o “F” sui documenti. Subito dopo, anche l’Oregon ha adottato una legge simile.

(fonte: PinkNews)

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020