Categorie: News

Cirinnà: “La proposta della Lega è una trappola per far morire il ddl Zan”

“La proposta della Lega è una trappola per fare morire la legge”. Non usa mezzi termini, Monica Cirinnà, senatrice del Pd e componente della commissione Giustizia, commentando a LaPresse la proposta avanzata oggi dal presidente leghista Ostellari. “Quella di Ostellari di presentare una nuova proposta in commissione è una trappola che lui può mettere in campo essendo il relatore, e il relatore è padrone della vita e della morte di un testo” sottolinea la senatrice. Per la madrina delle unioni civili, “un nuovo testo, un testo unificato che prende un pezzo di tutte le proposte, potrebbe essere il migliore del mondo, però segnerebbe la morte del ddl Zan”.
“Non possiamo fare strame della Costituzione e dei regolamenti parlamentari – prosegue Cirinnà -, un testo approvato in prima lettura ha una priorità rispetto a tutti gli altri testi”.

Cirinnà: “Ultimo punto in programma: non si vuole discutere”

“Il ddl Zan è all’ultimo punto dell’ordine dei lavori della commissione giustizia in plenaria giovedì, questo dimostra la volontà di non volerlo discutere. E’ difficile, infatti, che si arrivi all’ultimo punto – spiega poi all’Ansa -. Il presidente Ostellari prima si è opposto alla calendarizzazione, poi si è autonominato relatore. Questo stillicidio rischia di durare all’infinito e noi non possiamo accettarlo”.

Direttamente in aula, come con le unioni civili

“Dopo il meraviglioso impegno del segretario Letta – prosegue Cirinnà -, serve una decisione politica e a mio avviso c’è una sola strada: come si è fatto con le unioni civili, se la commissione resta un pantano, bisognerà portare direttamente il testo in Aula con un accordo di maggioranza”.
“C’è una maggioranza che ha già approvato il testo alla Camera, compreso un pezzo di FI – conclude -. Basta ricostruire, laddove ce ne siano le condizioni, quell’accordo in Senato”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Ungheria, il partito di Orban vuole una legge per vietare di parlare di temi Lgbt a scuola

"Ogni testo di propaganda o promozione dell'omosessualità è dannoso per i minorenni", per Fidesz.

13 Giugno 2021

Eva, picchiata per una borsa arcobaleno: un caso che spiega “per chi” serve la legge Zan

Non sappiamo se Eva sia una ragazza lesbica o meno. Sappiamo che la sua aggressione…

12 Giugno 2021

Fuori i nomi, il libro di Simone Alliva che racconta i 50 anni della comunità Lgbt+ italiana

C'è vita sussurrata, narrata o addirittura urlata, nelle pagine di Fuori i nomi. E non…

11 Giugno 2021

Ddl Zan, Scalfarotto (IV): “La destra vuole solo perdere tempo: si vada in aula compatti”

"Italia viva è una di quelle forze politiche che ha fortemente voluto il ddl Zan.…

10 Giugno 2021

Omofobia sul tram a Roma: prima insulta 2 asiatiche, poi minaccia il ragazzo che le difende

"Vieni de fori, te sfonno la faccia", così l'uomo ha aggredito un giovane sui mezzi…

4 Giugno 2021

Torino Pride in piazza il 5 giugno: “Nessun compromesso sul ddl Zan”

Il 5 giugno, sabato, Torino scende in piazza per sostenere il ddl Zan. La manifestazione,…

3 Giugno 2021