Categorie: Cool

Arriva il Big Doc a Bari: una vera e propria “chiamata alle arti”

Si terrà a Bari nelle giornate tra il 19 e il 21 dicembre il BIG DOC, una rassegna sul documentario d’autore nell’ambito del più vasto BIG – Bari International Gender film festival, con la collaborazione dell’Accademia del Cinema Ragazzi di Enziteto. Il progetto vede la direzione artistica di Miki Gorizia, artista visuale, progettista, performer, e di Tita Tummillo, attrice, progettista e fotografa.

Un progetto per sensibilizzare alla diversità

Il BIG Bari International Gender film festival, il contenitore in cui possiamo trovare il BIG DOC, è previsto annualmente a fine settembre, ma «è in realtà un progetto diffuso, con attività puntuali distribuite per tutto l’arco dell’anno e in diversi spazi e quartieri della città» precisano gli organizzatori «per sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto delle diversità e prevenire fenomeni di discriminazione e violenza di matrice omo/trans-fobica attraverso i linguaggi del cinema, del teatro e della musica».

Un momento di creatività

La rassegna BIG DOC avrà luogo, appunto, nelle giornate del 19, 20 e 21 dicembre e «si nutrirà delle attività svolte nella BIG Factory in Spazio 13, progetto parallelo, cofinanziato dal Comune di Bari e dal MiBact/SIAE Sillumina per i giovani e la cultura» si apprende, a «supporto a giovani artisti italiani per la creazione di opere video e performative aventi riferimento, diretto o indiretto, con il genere e l’identità sessuale, le relazioni umane ed affettive».

Una “chiamata alle arti”

Un calendario ricco, con la proiezione di documentari a tematica Lgbt, come Felice chi è diverso, di Gianni Amelio, ma non solo. Il 19 e 20 dicembre, infatti, è previsto il Laboratorio BIG Movers! con la danzatrice/coreografa Irene Russolillo. Vera e propria “chiamata alle arti”, come riportato dagli organizzatori, molte altre sono le iniziative previste – potete visionare la pagina dell’evento su Facebook – il cui scopo è quello di «riportare al centro del dibattito nel capoluogo pugliese la convivenza civile fra le persone, il rispetto delle differenze, di natura sessuale, ideologica, etnica, corporea».

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020