Categorie: News

“Sei gay?”, “Sì” e parte il pugno – VIDEO

Aggredito per strada a causa della sua omosessualità. È accaduto lunedì intorno all’1:45 a Salt Lake City, fuori da un bar in Main Street.
Il 29enne Sal Trejo –ha riferito alla tv locale KUTV– si trovava in compagnia di un gruppo di amici quando un giovane si è avvicinato incominciando a rivolger loro insulti misogeni ed omofobici. Temendo fosse pericoloso, Trejo ha estratto il cellulare per documentare la scena.

Il video

Il video, poi pubblicato su Twitter, mostra come le preoccupazioni dei ragazzi non fossero infondate.
“Sei gay, quindi?” ha domandato lo sconosciuto. “Lo sono” ha risposto il 29enne. “Allora sei gay”, ha ribattuto. Neanche il tempo di rispondere che l’aggressore lo ha colpito di fronte ai suoi amici, increduli.
Secondo il racconto della vittima, l’aggressore avrebbe poi estratto un coltello minacciando uno dei suoi amici prima di fuggire su una BMW nera.

Dopo una breve caccia all’uomo, la Polizia ha annunciato di essere in contatto con il sospettato e che questo sta collaborando pienamente con le indagini.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020