Categorie: News

Usa, l’attore di “Empire” incriminato: «Ha inscenato un attacco omofobo»

L’attore Jussie Smollett, uno dei protagonista della serie tv “Empire”, è stato ufficialmente incriminato per aver messo in scena un’aggressione e per averla denunciata alla polizia di Chicago. A dare la notizia il portavoce della polizia di Chicago Anthony Guglielmi. Smollett, 36 anni, afroamericano e dichiaratamente gay, aveva detto di essere stato assalito lo scorso 29 gennaio da due uomini a volto coperto.

La ricostruzione del finto attacco omofobo

Secondo il suo racconto, gli aggressori – i fratelli Olabinjo e Abimbola Osundairo – gli avevano urlato insulti omofobi e razzisti. Utilizzando anche lo slogan del presidente americano Donald Trump “Make America great again”, avevano tentato di strangolarlo con una corda e gli avevano gettato addosso una sostanza chimica non identificata. Dopo la denuncia pubblica, l’attore aveva ricevuto sostegno e solidarietà da tutta la nazione. Secondo quanto emerge dalle indagini, invece, l’attore avrebbe pagato i due per fingere l’attacco. Smollett comparirà davanti ad un gran giurì.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Inizia il mese dell’orgoglio lgbt+: bruciata bandiera arcobaleno in provincia di Pisa

La bandiera con i colori dell'orgoglio lgbt+ appesa fuori dalla casa di una famiglia arcobaleno…

1 giugno 2020

“Arcilesbica fuori dall’Arci”, la raccolta di firme per l’espulsione dalla federazione

Affermazioni sono lesive della dignità delle persone trans*, secondo i firmatari e le firmatarie.

28 maggio 2020

Matrimonio egualitario in Costa Rica, il paese più felice del mondo

Le nozze per tutti e tutte legali dalla mezzanotte di ieri nel paese centro-americano.

26 maggio 2020

Fico: “Le discriminazioni riguardano tutti: avanti con la legge su omotransfobia”

"Quando si parla di discriminazioni siamo coinvolti tutti e dobbiamo superarle". Così poco fa a…

19 maggio 2020

Ungheria: il Parlamento approva la legge di Orban contro le persone trans

E' ufficiale. In Ungheria il Parlamento ha approvato la proposta del primo ministro Orban di…

19 maggio 2020