Categorie: FotoOnda Pride

Milano, il municipio nega la bandiera arcobaleno, la portano gli attivisti

È iniziata a Milano la Pride Week, la settimana di eventi e appuntamenti che precede la parata conclusiva del 25 giugno, ma la Lega rema contro. Come lo scorso anno, la Zona 2 sarebbe tenuto ad esporre la bandiera arcobaleno perché così prevede una delibera approvata lo scorso anno dall’allora consiglio di zona guidato dai radicali. Le recenti elezioni, però, hanno visto vincere la Lega, sebbene a livello cittadino abbia vinto il candidato del centro sinistra Giuseppe Sala. Così, il nuovo consiglio ha deciso di non esporre la bandiera. «Nonostante un’esplicita richiesta al Settore di far rispettare la delibera votata, mi è stato detto di no – afferma Yuri Guaiana, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti già Vicepresidente di Zona 2- . Forse al nuovo Presidente sfugge che le delibere vanno rispettate anche quando riguardano le persone LGBTI e che, se non vuole esporre la bandiera arcobaleno, deve votare una nuova delibera».
Ma gli attivisti non si sono dati per vinti. Proprio in questi minuti, un gruppo di persone tra cui i Sentinelli di Milano, i militanti di Certi Diritti e dell’associazione Enzo Tortora sono davanti alla sede della Zona 2 ad appendere le bandiere arcobaleno alle cancellate dell’edificio. «Siamo venuti a ripristinare la legalità», dicono. Ecco le foto giunte in tempo reale da Milano

(Photo credit: Stefano Arte e Francesco Poirè)

Condividi

Articoli recenti

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020