Categorie: News

La rabbia gonfia la piazza di Tel Aviv: “Si dimetta il ministro che vuole curare i gay”

Israele non ci sta. Sono centinaia le persone sono scese in piazza a Tel Aviv per chiedere le dimissioni del nuovo ministro dell’Educazione israeliano, esponente dell’estrema destra, che si è detto favorevole alle terapie di conversione dei gay e ha aggiunto di averle condotte di persona.

“Le ho fatte anche io”

Sia membri del governo sia politici hanno condannato Rafi Peretz, ex rabbino capo dell’esercito alla guida di un partito nazionalista religioso, che nel weekend è stato intervistato da una tv locale a proposito della possibilità di convertire i gay all’eterosessualità. “Penso che si possa” ha dichiarato. “Posso dire di avere una profonda conoscenza dell’educazione e l’ho fatto anch’io”. Peretz ha detto di aver lavorato con uno studente che gli aveva confessato di essere gay e di aver tentato di aiutarlo a “capire se stesso bene e a decidere da solo”.

Le critiche anche dal Ministro alla giustizia

Il premier Benjamin Netanyahu ha detto di aver parlato con Peretz “che ha chiarito le sue parole e sottolineato che il sistema educativo israeliano continuerà ad accogliere tutti i figli di Israele così come sono”. “Le dichiarazioni del ministro dell’Educazione sulla comunità gay non sono accettabili e non riflettono il punto di vista del governo che guido” ha aggiunto. Il ministro della giustizia Amir Ohana, il primo componente dichiaratamente gay del governo in Israele, ha detto “l’orientamento sessuale non richiede terapie o conversioni. Pregiudizio e ignoranza richiedono terapie e conversioni”.

Il passo indietro

A seguito delle proteste Peretz ha detto che le sue parole sono state male interpretate “non ho detto che sostengo la terapia di conversione” ha detto su Facebook. Severe leggi anti-discriminazione proteggono le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender in Israele e i gay possono militare apertamente nell’esercito e adottare. Tel Aviv, dove si sono tenute le proteste contro Peretz, ha fama globale di destinazione gay-friendly e ogni anno ospita un popolare Pride.

La rabbia delle associazioni Lgbt

Mathew Shurka dell’associazione Born Perfect, nata per porre fine alla terapia di conversione, dice a Newsweek che l’incidente è diventato un’occasione per la comunità LGBT “per aprire gli occhi su questo governo” e continua: “Il sostegno del ministro dell’Istruzione a questa pratica pericolosa per la vita è pericoloso e irresponsabile: è scioccante che qualsiasi funzionario pubblico trascuri l’evidenza scientifica che dice una cosa semplice: la terapia di conversione è inefficace e insicura. La ricerca ha dimostrato che essere sottoposti a terapia di conversione mette i giovani LGBTQ in alto rischio di suicidio e depressione. ”

Un ministro controverso

Gli attivisti LGBT sottolineano che le nozze omosessuali sono ancora illegali e che nella zone popolate di conservatori ebrei e musulmani esistono ancora omofobia e transfobia. Peretz, che piace molto ai coloni israeliani, è stato accusato anche di razzismo anti-arabo e nella stessa intervista ha detto che Israele deve annettere la Cisgiordania occupata e negare il diritto di voto ai palestinesi. Nelle scorse settimane era già stato oggetto di polemiche per aver paragonato i matrimoni tra ebrei e non ebrei a un secondo Olocausto.

Condividi

Articoli recenti

“They” è ufficialmente pronome non binario: lo dice il Merriam-Webster

Giornata storica per la grammatica e per la lotta alle discriminazioni. Il più antico dizionario americano, il Merriam-Webster, ha ufficialmente…

18 settembre 2019 12:00 PM

Coppia gay aggredita e sequestrata in chiesa per convertirla

Una coppia gay sarebbe stata attaccata dai fedeli di una chiesa nel tentativo di convertirli all’eterosessualità. È successo a Blackwell,…

18 settembre 2019 11:47 AM

Cara Delevigne: «Weinstein disse “da lesbica non farai carriera”»

Anche l'attrice ed ex modella Cara Delevigne tra le vittime illustri di Weinstein. La sua omosessualità come motivo di molestie.

17 settembre 2019 4:27 PM

Anche Roma molla ArciLesbica: nasce Differenza Lesbica Roma

A quasi due anni dal congresso che ha visto vincente la mozione "A mozioni estreme, lesbiche estreme" un altro circolo…

17 settembre 2019 11:55 AM

Mike Pence sarà relatore a un evento omofobo: è polemica

Dopo essere stato accolto praticamente da nessuno in Irlanda e da centinaia di arcobaleni - tra cui quello del primo…

16 settembre 2019 9:05 PM

Gareth Thomas costretto a un secondo coming out: è sieropositivo

Gareth Thomas, ex giocatore gallese di rugby, è stato costretto a uscire allo scoperto come siero positivo. In un documentario…

16 settembre 2019 5:02 PM