Categorie: News

La Germania ha aperto le porte ai gay che scappano dalla Cecenia

La Germania ha garantito il visto umanitario ad un gay che scappa dalla Cecenia ed ha fatto sapere che valuterà altre richieste che arriveranno. Lo ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri Gabriel Sigmar.
Dopo la Lituania e la Francia, dunque, un altro paese dell’Unione Europea apre le porte agli omosessuali che tentano di salvarsi la vita e di sfuggire alle torture che da mesi le autorità cecene infliggono a coloro che ritengono essere gay.

“Felici di essere d’aiuto”

Intervistato dall’Associated Press, Sigmar ha dichiarato che “è stato concesso un visto e una persona è potuta venire in Germania il 6 giugno. Sono altri quattro i casi sotto esame delle autorità di Berlino.
“Siamo felici di potere essere d’aiuto in casi di particolare difficoltà” ha aggiunto un portavoce del ministro.
Una decisione che non giunge inaspettata, quella della Germania, perché all’inizio di maggio era stata la stessa cancelliera Angela Merkel era stata tra i primi capi di stato a chiedere a Putin un’indagine approfondita sulle notizie che giungono dalla Cecenia e sulle testimonianze dei gay a proposito delle prigioni segrete e delle torture. Nessuna novità, invece, dal ministro Alfano.

Condividi

Articoli recenti

La più giovane premier finlandese, figlia di una donna lesbica che l’ha cresciuta con la compagna

Per la Finlandia e per il mondo l’otto dicembre rimarrà una data storica: l’elezione di Sanna Marin a prima ministra…

9 dicembre 2019

Quando Boris Johnson esaltava Pinochet e già attaccava i gay

Lo spettro di un articolo scritto per The Spectator quando Boris Johnson, il premier britannico aveva trent’anni, aleggia sulla sua…

9 dicembre 2019

«Sono repubblicana da una vita». Donna trans licenziata dal posto di lavoro

I pregiudizi colpiscono chiunque, anche chi si descrive «repubblicana da una vita». E così, Erin Dotten, proveniente dalla Florida, si…

9 dicembre 2019

Venture: come sconfiggere le fake news e l’omofobia con un gioco di carte

Si chiama Venture ed è un gioco di carte che si prefigge di sconfiggere le fake news. Ed ha deciso…

9 dicembre 2019

Toilette “gender free”: all’Università di Torino è scontro con i collettivi di destra

L'iniziativa mandata avanti da un collettivo indipendente. Ma la destra nostalgica non ci sta...

6 dicembre 2019

Seattle, 10.000 lucine di Natale arcobaleno contro i vicini bigotti

L'iniziativa di una donna gay-friendly, contro i vicini omofobi. Succede a Seattle, negli USA.

6 dicembre 2019