Categorie: NewsVideo

La bufala del video del cameriere omofobo licenziato a Roma

Finalmente il cameriere dice la sua e chiede scusa con un video. Anzi, no, perché il video è falso.
Come i più attenti avranno notato, il protagonista del video non è altro che Gian Marco Saolini, provocatore del web noto per i suoi video-bufala. Dall’operaio FIAT che denuncia un taglio di 300 euro allo stipendio per l’acquisto di Cristiano Ronaldo all’ancora più improbabile marinaio della nave Aquarius licenziato per tacere la verità sull’imbarcazione della ONG: queste sono solo alcune delle più recenti personalità assunte da Saolini nei sui video. Video pubblicati online scatenando reazioni, spesso indignate, da persone che non colgono l’ovvia falsità dei contenuti presenti.

Il video


L’ultima esibizione di Saolini non poteva che riguardare il caso dello “scontrino omofobo” e la decisione del ristorante -quella sì, vera- di licenziare il cameriere che aveva inserito commenti inopportuni nella comanda.
Il protagonista si presenta come il cameriere licenziato dalla Locanda Rigatoni di Roma. Innanzitutto le scuse: “Non era mia intenzione ferirli. In passato sono stato anche io gay quindi non ho nulla contro di loro”. E aggiunge, con un cinico riferimento alle fantomatiche terapie riparative: “Poi sono guarito”.
“Non c’era cattiveria o omofobia in quel messaggio” chiarisce il cameriere-Saolini: “È stata una cosa goliardica: ordinare la carbonara senza pecorino è una cosa che non esiste a Roma”.

Argomentazioni decisamente sopra le righe che dovrebbero mettere in allarme chi lo ascolta ma, considerato il successo virale dei precedenti video, possiamo immaginare come anche questa volta il contenuto abbia raccolto migliaia di reazioni e commenti prima di essere rimosso da Facebook.

Condividi

Articoli recenti

Secondo l’Oms le persone Lgbtq+ sono tra le più a rischio suicidio

Per la giornata mondiale della salute mentale l'Oms ha pubblicato i dati sul suicidio. Le persone Lgbtq+ tra quelle più…

15 ottobre 2019

Marche, la Lega accusa il progetto della Regione di proporre il “gender” a scuola

Il progetto si chiamerà "W l'amore", ma la Lega e l'Udc annunciano battaglia. L'assessora regionale si dissocia.

14 ottobre 2019

“Super trans”, ma è una drag queen: dopo le polemiche, Arcigay si scusa per la campagna

Per la giornata mondiale del coming out Arcigay pubblica una campagna, ma fioccano le polemiche. Oggi arrivano le scuse.

14 ottobre 2019

Alessia e Davide, storica sentenza: il matrimonio di due persone trans è stato trascritto

Alessia e Davide si erano sposati prima della transizione di entrambi, nel 2016. Ora il tribunale di Grosseto ha ordinato…

14 ottobre 2019

L’Uganda vuole introdurre la pena di morte per gli omosessuali

Il presidente ugandese si dice fiducioso che la legge passerà, appena presentata in parlamento.

11 ottobre 2019

Studente picchiato: aggressione omofoba a Firenze

Il Corriere Fiorentino, nella sua edizione cartacea odierna, ha denunciato un'aggressione omofoba avvenuta a Firenze. LA RICOSTRUZIONE Secondo quanto riportato…

11 ottobre 2019