Categorie: News

Bari: arrestato il sesto responsabile dell’aggressione omofoba ad una coppia gay

E’ stato arrestato un 18enne ritenuto responsabile dell’aggressione omofoba dello scorso 8 giugno a Bari. Si tratta del sesto arresto nell’ambito delle indagini per accertare i fatti di quel giorno. All’epoca dei fatti, il ragazzo era minorenne, per questo l’arresto è stato disposto dal Tribunale per i Minori.

Aggrediti nel cuore della movida

Quella sera, una coppia di 30enni gay si trovava in largo Adua, cuore della movida barese, quando venne aggredita da un gruppo di sette ragazzi. L’Ansa ricorda che di questi, cinque (due minorenni e tre maggiorenni) erano stati arrestati nel corso delle indagini, uno è stato arrestato ieri. Ancora ignota, invece, l’identità del settimo aggressore. Le indagini della Squadra Mobile di Bari hanno ricostruito l’aggressione.

Prima gli insulti, poi le botte

La coppia, composta da un barese e dal suo compagno spagnolo in vacanza in Puglia, sono stati insultati in quanto gay mentre uscivano da un locale. La coppia è poi stata picchiata a calci e pugni prima di essere rapinata. L’identificazione è stata possibile grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Il locale davanti al quale è avvenuta l’aggressione è molto frequentato dalla comunità LGBT locale. In passato era anche stato sede di eventi organizzati in preparazione ai pride pugliesi.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020