Categorie: News

Chiesto il rinvio a giudizio per De Mari per le frasi contro il Circolo Mario Mieli

Si terrà domani l’udienza preliminare del processo contro Silvana De Mari, la dottoressa anti-gay accusata di diffamazione nei confronti del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli di Roma. Il capo di imputazione, per essere precisi, è “diffamazione continuata e aggravata”. Per lei è stato chiesto il rinvio a giudizio.

Le parole di De Mari

“Il circolo lgbt di Roma è intitolato a Mario Mieli – aveva dichiarato De Mari-, cantore di pedofili, necrofilia e coprofagia. Posso assumere che tutti gli iscritti provino simpatia per queste pratiche? O che almeno non ne provino nausea? Posso?”.
“Evidentemente no – commenta in una nota il circolo romano -. Questa la risposta della Procura di Torino alla domanda della Dott.ssa De Mari, dopo l’ennesima esternazione che ha indotto la magistratura a richiedere il rinvio a giudizio, su querela del Circolo”. A difendere l’associazione, l’avvocato Michele Potè di Rete Lenford.

“Non restiamo a guardare”

“Sono anni che la dott.ssa De Mari e i suoi sodali attaccano impunemente e ferocemente il Circolo Mario Mieli e la comunitaria LGBT+ italiana – aggiunge Sebastiano Secci, presidente dell’associazione – questa volta però abbiamo scelto di non restare a guardare, per il rispetto che dobbiamo ai nostri soci e ai nostri 35 anni di storia associativa”. “Siamo felici che finalmente queste persone verranno chiamate a rispondere delle loro parole di odio davanti a un giudice – conclude Secci – e siamo fiduciosi che la magistratura saprà dire a chiare lettere che nel nostro ordinamento non c’è posto per queste gravi e infamanti illazioni”.

La denuncia del Torino Pride

Contro la dottoressa e scrittrice di libri fantasy aveva sporto querela anche il Coordinamento Torino Pride. A dicembre scorso, il gup di Torino aveva rifiutato la richiesta di archiviazione accettando la querela e aprendo, di fatto, il processo.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020