Video

“Voglio questa legge perché”: appello delle mamme e dei papà di Agedo per la legge Zan

“Voglio questa legge perché” è l’appello video che le mamma e i papà di Agedo lanciano per l’approvazione del ddl Zan. Un testo che, per la prima volta in Italia, tutelerebbe le persone lgbt+ dalle discriminazioni e della violenza.

Non si può più rinviare la legge

“Noi genitori siamo dalla parte dei diritti – spiegano -. Donne e persone LGBTQI+ devono essere tutelate da discriminazioni e violenze. Non si può più rinviare: serve una Legge efficace, ORA!”.

Nel video diffuso sui social madri e padri di persone lgbt+ spiegano le ragioni che li spingono a chiedere una norma immediatamente. Sono ragioni legate, sì, al fatto di avere figli gay, lesbiche, bisex o trans. Ma sono ragioni che hanno anche a che fare con il desiderio di una società più giusta e rispettosa per tutte e tutte.

Ecco l’appello:

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

A fuoco il locale che ospita il “BeQueer”, storica serata LGBT+ umbra

Nella notte tra il 22 e il 23 dicembre un incendio ha distrutto una parte…

23 Dicembre 2022

I 5 libri da regalare a Natale 2022

Siete a corto di idee per questo Natale 2022? Niente paura, come ogni anno Gaypost.it…

22 Dicembre 2022

Lettera di Famiglie Arcobaleno alla ministra Roccella: “Non è la lotteria del DNA che ci fa genitori”

Sta facendo molto discutere una recente affermazione della ministra della Famiglia Eugenia Roccella a proposito…

19 Dicembre 2022

Associazioni e attivistз trans*: “Il ministro Valditara tuteli la carriera alias”

Nei giorni scorsi si è consumato l'ennesimo attacco alla comunità trans+. Questa volta, a mettere…

15 Dicembre 2022

Ci siamo, il centro di accoglienza a Cagliari per le persone Lgbt+ vittime di discriminazione

Presentato giovedì scorso, in occasione del ventennale dalla nascita di Arc Cagliari, tra le più…

3 Dicembre 2022

1 dicembre, Giornata di lotta all’Aids: i dati dell’ultimo anno in Italia

In occasione della Giornata di lotta all'Aids, l'Istituto Superiore di Sanità ha rilasciato i dati…

1 Dicembre 2022