Categorie: News

Trump non vuole trans nelle truppe? Una chirurga eseguirà l’intervento gratis

Trump non vuole più le persone trans nelle Forze Armate. L’ha dichiarato qualche giorno fa in tre tweet. E sebbene i generali di corpo d’armata lo abbiano sconfessato dicendo che i tweet non servono a modificare la policy stabilita, le proteste si sono susseguite in tutti gli Usa. L’ultima iniziativa è di una ex chirurga della Marina. La dottoressa Christine McGinn, che è lei stessa una trans, ha annunciato che eseguirà gli interventi per la riassegnazione del sesso gratuitamente a chiunque voglia rimanere nelle forze armate statunitensi. Se il governo si rifiuta di pagare gli interventi, lei li farà ugualmente. Gratis.

“Un’evidente discriminazione”

La dottoressa, intervistata dalla CNN, ha promesso di prendersi cura dei veterani e delle veterane trans
“Se il comandante in capo non intende prendersi cura dei nostri veterani, lo faranno loro stessi – ha detto -. Eseguirò l’intervento gratuitamente alle persone che sono già in lista per sottoporvisi”.
“È un’evidente discriminazione – ha aggiunto la dottoressa riferendosi alla dichiarazione di Trump -. Se ne accorgerebbe anche un bambino delle elementari”.

La questione dei costi? Solo una scusa

Per McGinn la questione dei costi che le forze armate dovrebbero sostenere è solo una scusa. “Penso che il costo di avere militari specializzati e ben preparati sia esponenzialmente maggiore di quello che servirebbe per prendersene cura” ha detto la chirurga. “I miei pazienti tornano a lavoro in sei settimane, a volte perfino in due” ha spiegato per sostenere che neanche l’assenza dal lavoro dovuta all’intervento rappresenta una perdita così insostenibile.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020