Categorie: News

Torino, ancora aggressioni omofobiche: la storia di Tommaso, minacciato per strada

Le aggressioni ai danni della comunità Lgbt+ sono ormai una triste pagina quotidiana. L’ennesimo episodio è accaduto a Torino, come denuncia la sezione locale di Arcigay. «Tommaso Testa, ventiquattrenne di Torino, domenica 14 novembre alle 14:30 circa, sta camminando in Via delle Rosine quando sente alcuni scherni a lui rivolti ad alta voce provenire da due donne e un uomo che camminavano vicino a lui. Decide di lasciare correre e prosegue». Ma ciò non basta a metterlo al sicuro.

La dinamica dei fatti

«Succede però che, mentre attraversa la strada, incrocia lo stesso uomo della scena precedente che lo intima malamente di togliersi dalla strada e quando riparte appella Tommaso come “frocio”». Alla reazione della vittima di questi insulti, l’uomo che si accorge di tutto «fa retromarcia e togliendosi la cintura di dosso intima di picchiarlo. Il ragazzo spaventato si difende con lo spray al peperoncino che non ferma però l’aggressore dal continuare a provare a picchiare il ragazzo. Alla fine Tommaso riesce a scappare e chiama il 112. Tutta l’aggressione è stata filmata da un amico della vittima». 

Una legge contro le aggressioni

Su aggressioni come questa e molte altre si esprime Serena Graneri, Presidente di Arcigay Torino: «Quanti altri Tommaso ci dovranno essere per far capire alla nostra classe politica che l’Italia ha bisogno di una legge che tuteli le persone Lgbt+? Gli applausi dei senatori che sono riusciti a bloccare il DDL ZAN sono uno schiaffo in faccia a ogni ragazzo che, come Tommaso, in Italia viene aggredito ogni giorno a causa del suo orientamento sessuale o della sua identità di genere. Siamo arrabbiati e arrabbiate per quello che è successo e pretendiamo un pieno riconoscimento dei nostri diritti e  delle nostre tutele!»

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

No alle mascherine rosa? Ma se è un colore per maschi!

La recente polemica sulle mascherine rosa, che sarebbero "indecorose" per la polizia, ha suscitato non…

15 Gennaio 2022

Sindaco Gualtieri, che fine ha fatto l’ufficio lgbtqia+ di Roma?

Lo aveva promesso in campagna elettorale, Gualtieri, incontrando le associazioni lgbtqia+: Roma, con lui sindaco,…

15 Gennaio 2022

Polonia, camera bassa approva legge anti-Lgbt per le scuole

Una legge che limita la libertà di insegnamento: in Polonia si rischia di non poter…

14 Gennaio 2022

“Ricchione di merda”: l’orribile messaggio su Instagram a un ragazzo di 18 anni

Succede che una mattina apri Instagram, come sempre, e ti trovi un messaggio: “Sei un…

14 Gennaio 2022

Cosa è rimasto, dopo 24 anni, del sacrificio di Alfredo Ormando?

Alfredo Ormando è un nome che riecheggia dentro il movimento Lgbt+, soprattutto tra militanti di…

13 Gennaio 2022

Drusilla Foer condurrà Sanremo 2022: un salto di qualità per il Festival

Ci sarà lei, Drusilla Foer, tra le cinque professioniste che accompagneranno Amadeus per la nuova…

12 Gennaio 2022