Categorie: News

Prima vittima del decreto Salvini “Madre-padre”: niente documento a bimba arcobaleno

Empasse all’Anagrafe della municipalità di Favaro Veneto per rilasciare una carta d’ identità alla figlia minorenne di una coppia lesbica in quanto, stando al decreto ministeriale, dallo scorso aprile non è più possibile indicare ‘genitore o chi ne fa le veci’, ma solo padre o madre.

“Una bambina da oggi senza identità”

Tutto rimane nel limbo e la bambina, che ha sei anni, come riferisce il ‘Corriere del Veneto’, è senza identità. Concepita con il seme di un donatore anonimo, la sua madre biologica che vive con un’altra donna ha ottenuto dal tribunale l’ok per adottarla. “Lo scorso mese – spiega la madre biologica – abbiamo chiesto che le fosse rilasciata la carta d’identità e abbiamo subito intuito che non sarebbe stato semplice. Gli impiegati dell’Anagrafe, si sono dimostrati collaborativi, hanno chiesto chiarimenti, ma non sapevano come compilare i dati anagrafici. Inserire un nome palesemente femminile di fronte alla dicitura ‘padre’, tanto voluta dal ministro Salvini, rischierebbe in fatti trasformare quel documento un falso”.
Nemmeno gli avvocati della coppia sono riusciti a superare il problema e l’Anagrafe ha preferito sospendere la pratica e chiedere lumi al ministero, ma la risposta a distanza di due settimane non e’ ancora arrivata.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Varese, licenziato primario omofobo: aveva insultato paziente in sala operatoria

Licenziato il medico che ha insultato con frasi omofobi il suo paziente, a Varese

14 agosto 2020

“Dove non siamo stati”, corpo e spazio in Giovanna Cristina Vivinetto

Nell'opera di Giovanna Cristina Vivinetto c'è il cuore pulsante di tutta la poesia possibile

14 agosto 2020

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020