Categorie: News

Portogallo: il Parlamento vota sì ai diritti delle persone trans e intersex

Il Parlamento del Portogallo ha appena approvato una legge che riconosce il diritto all’autodeterminazione delle persone trans e vieta interventi non ritenuti necessari su chi nasce intersessuale.
“Il Portogallo entra nella storia – ha dichiarato Katrin Hugendubel, Advocacy Director di Ilga Europe -. Questa legge rende il paese il secondo al mondo a rendere illegali trattamenti medici sui bambini e le bambine intersex”.

Cosa prevede la legge

Ci sono voluti due anni di lavoro del movimento LGBT portoghese perché si arrivasse a questo risultato. Una volta che la legge entrerà in vigore, le persone trans da 16 anni in su non dovranno sottoporsi a esami psicologici né a subire la diagnosi di disordine dell’identità di genere per potere cambiare il genere legale in base al principio di autodeterminazione. Cioè la legge riconosce che solo le persone trans possono sapere chi sono e come si identificano. Inoltre, sarà illegale eseguire interventi chirurgici sui bambini e le bambine intersex.

I precedenti in Europa

Il Portogallo non è il primo paese europeo a riconoscere il diritto delle persone trans di autodeterminarsi. Da Malta, alla Norvegia, dalla Danimarca, all’Irlanda, passando dal Belgio e dalla Francia, altri paesi hanno da adottato leggi che si basano sul diritto all’autodeterminazione delle persone transgender.

Cosa manca ancora

La legge approvata, sottolinea comunque Ilga Europe, tace su alcuni aspetti critici della questione. Servirà un buon lavoro perché il testo sia implementato nel modo migliore possibile, ad esempio per quanto riguarda il sistema sanitario e l’educazione nelel scuole, per tutelare i diritti fondamentali delle persone trans e intersex.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020