Categorie: Cool

Se non conoscete Palla e Chiatta, è arrivato il momento di ascoltarle

Durante le pause del nostro tour Tessuta Adiposa non fa altro che guardare il loro incredibile video “Due uova alla coque” (cover/parodia di Roma Bangkok), un po’ per ammirare il cibo e un po’ per sentirsi magra!
All’uscita del loro primo singolo inedito, Geisha, già in cima alle classifiche di iTunes, abbiamo dunque deciso di intervistare Palla & Chiatta, vero fenomeno musicale esplosivo del momento!

Per chi non le conoscesse ancora è assolutamente il momento giusto per sapere tutto di queste due super bellezze curvy, eccessive, ingombranti, frociarole e divertenti… Vediamo cosa hanno risposto Palla (la mora, Manuela) e Chiatta (la bionda, Sabrina) alle domande di Fiele Molotova e Gemenda Coop (Tessuta infatti dopo aver visto il video è corsa a mangiare, mentre Courtney Cock dopo aver visto quelle gran tette naturali è corsa a farsi delle nuove protesi).

The Beagles: Ciao ragazze, dopo tante bellissime cover e parodie ecco il vostro primo singolo originale, Geisha, disponibile su iTunes: come è nato? E quali sono stati la genesi e i passaggi artistici del vostro duo che vi hanno spinto fino al grande passo?
Chiatta: ll progetto è stato partorito dalla mia mente in una torrida notte d’estate del 2008 (oddio detta cosi sembra un inizio di un romanzetto harmony della zia zitella). Ero, in un villaggio turistico e tutto iniziò per intrattenere il pubblico con qualche spettacolo di varietà, dato che il caso (che non esiste) volle che nello staff animazione ci fosse una bellissima cantante oversize scura di capelli. Da lì ebbi l’idea di creare Palla e Chiatta e il nome venne immediatamente. La gente rideva al solo sentirlo nominare.  Dato il riscontro positivo ci si ripromise di realizzare progetto. Peccato che nel frattempo la mia ex partner, causa una dieta celebre, era evaporata e mi vidi costretta a sostituirla.
Misi su un bislacco annuncio e si proposero, con mio stupore, molte curvy e bbw. C’è chi vive cercando la mezza mela io dovevo scovare il mezzo cocomero artistico! Manuela ebbe la meglio senza ombra di dubbio.
Così è partita la macchina PALLA E CHIATTA. Nel frattempo avevo coinvolto Stefano Pedullà, in arte Pestemusic, arrangiatore e compositore musicale, più folle di me e, sembra incredibile, anche più in forma. Tonda, ovviamente. Il cast era composto.
Passammo alle parodie, più trash possibile per farci amare dal pubblico perché ci ascoltasse, vedesse e perchè no, sorridesse.
Ma non ci bastava. Così ci siamo buttate sull’inedito, che parlasse di noi, delle donne, dell’indipendenza, della femminilità che è insita in molte curvy, di ogni donna comune, ma ognuna a suo modo, eccezionale.

B: Raccontaci qualcosa di Geisha
C: Ci tengo a dire che Geisha nell’Ep vanta una versione piano suonata dal Maestro Federico Brucato, un remix di Jimmy Pantani e uno di Mixandra, per l’occasione Mixandra Koi, già presente in molte uscite discografiche di Paola e Chiara.
La copertina è un gioiellino creato su misura da MaryCry Art illustratrice di talento che vanta collaborazioni con Fiorello, Edicola Fiore e tanti artisti.
Il videoclip ufficiale, che uscirà verso metà aprile, è diretto dal videomaker Fabio Lacerenza. Inutile dire che siamo orgogliosissime del TEAMPALLAECHIATTA sia dal punto di vista lavorativo ma soprattutto umano.

B: Con la vostra immagine, le vostre parodie, e perfino il vostro nome avete fatta vostra la massima di vita di Courtney (“la mia non è ciccia ma bellezza che si espande”) e rivendicate con orgoglio l’essere delle donne oversize curvy e sexy. In Geisha il ritornello dice: “Sono quella con le curve che vuoi tu”. È un attacco alla società dell’immagine che ci bombarda con modelli di donne fin troppo magre?
Palla: Decenni fa le donne belle erano quelle in carne, ora vanno di moda quelle senza curve, o al massimo sono benvolute solo belle tette, reali o protesi che siano, e un accenno di culo, ma sempre entro certi limiti, tutto qua. Io credo che la bellezza non può essere decisa da nessuno, a me per esempio piacciono uomini diversissimi l’uno dall’altro. Comunque non stiamo facendo nessuna guerra, non ne abbiamo bisogno, noi siamo GNOCCHE !

C: Sicuramente ripiene! Non solo di ciccia, per chi si limita all’aspetto esteriore, ma anche di contenuti, storie. Siamo tante, ma con tanto da dare e dire. Per quanto riguarda i gusti fisici, ho imparato col tempo e ascoltando moltissime curvy in vari gruppi in internet che frequento, che c’è una folta schiera di uomini che amano e quasi venerano, le donne oversize. E questo è ottimo.
Al tempo stesso ce n’è una grossa fetta che è impegnata ufficialmente con delle silfidi, ma ufficiosamente passa le migliori ore di piacere e relax con delle bbw, e questo lo trovo pessimo e triste. Chiunque nasconda la sua vera natura per vergogna, si macchia di un delitto imperdonabile: quello dell’omologazione forzata e ipocrita. La repressione forzata del proprio essere è uno dei motivi del non evolversi in una società paritaria.

B: Da Chiambretti al talent di La7 “Eccezionale veramente” condotto da Gabriele Cirilli e giudici del calibro di Diego Abatantuono e Selvaggia Lucarelli. Quali sono i prossimi progetti?
P: Be’, questi mesi ci stanno regalando grandi opportunità. Dipende da cosa ci porteranno questi passaggi importanti in TV e questo singolo che sta andando benissimo non avendo un’etichetta, ufficio stampa, agente e qualsiasi promotore se non i nostri social. Proprio per questo  ingraziamo tantissimo chiunque lo stia scaricando. Davvero non ci aspettavamo tutto questo apprezzamento. Siete meravigliosi.

C: Marzo è stato un mese impegnativo, come dice il proverbio ,pazzo. Ne sono successe tante e sembra che altrettante potrebbero sbocciarne. Sarà la primavera? Sicuro è stato il mese della prima vera apparizione mediatica importante e altre speriamo possano seguire. Non tanto per quella impalbabile scia di visibilità, ma per il messaggio che promuoviamo con ironia e anche coraggio.
Il girovita non deve limitare la vita e l’invito è a vivere con leggerezza di spirito  le cose quotidiane ostiche, ma non irrimediabili.
Abuso di questo spazio per condividere una parte di un messaggio che ci ha inviato una ragazza di nome Francesca.

“Ma c’è una cosa che ci tengo a dirvi che non vi ho mai detto e penso sia la cosa più importante…
Riuscite a farmi vedere bella e a farmi piacere le mie curve, quando mi vorrei “buttare” via, quando vorrei “tagliarmi” via questa pancia, voi sole riuscite sempre a farmi tornare il sorriso e capire che l’aspetto fisico non è tutto nella vita, sono importanti le qualità, cervello e il mio animo!! Tvb e la parola “grazie” è scontata…!!! Continuate col vostro intento che siete di aiuto a tanti,almeno per me!!!”

È triste che una ragazza giovane scriva certe cose, ma che qualcuno la faccia sentire a disagio per un aspetto fisico comune, è addirittura verggnoso.
La ragazza, preciso, è leggermente tonda, non voluminosa come me, o altre, eppure è già vilipesa.

B: Finiamo con una domanda che non possiamo non farvi: sappiamo che da sempre siete grandi sostenitrici della causa Lgbt. Come mai? Volete fare un augurio particolare per i vostri fan Lgbt?
P: Se la gente fosse più sensibile, avesse maggiore tatto, educazione ed intelligenza non ci sarebbe nulla da sostenere. Ognuno ama chi vuole, fa l’amore con chi vuole e sposa chi vuole. Non mi sembra difficile neanche per un bambino, figuriamoci per degli adulti.

C: Chi conosce i miei trascorsi sa che con lo pseudonimo Bambi ho lavorato come vocalist, presentatrice e presenzialista delle situazioni di intrattenimento più in vista della movida gay romana e a sostegno di gran parte delle associazioni pro diritti GLBT. Mi sono sempre schierata e mai verrei meno a questo. Auguro ai miei amici gay e a i nostri sostenitori, a chiunque legga, di avere tanta forza per contrastare l’ignoranza di questo società che manca, spesso, di civiltà vera, che un giorno tutti capiscano che le etichette vanno sui prodotti, non sulle persone e che l’unico nome col quale dovremmo essere definiti possa essere quello scelto dai genitori. E basta.
In ultimo, vogliamo ringraziarvi per queste domande interessanti, per non averci chiesto il nostro peso e grazie grazie grazie a tutti nostri sostenitori, a quelli che, speriamo, verranno e quelli che han deciso che non ci sosterrano mai, per spronarci a fare sempre del nostro meglio.

Intanto Tessuta ha intercettato il video Mortadella e quindi siamo costrette a interrompere l’intervista e salvarla prima di finire nuovamente in ospedale come pochi giorni fa.
Tanti auguri a Palla e Chiatta (aka Manuela Tasciotti e Sabrina Antonetti) per un super meritato successo e speriamo di vedere presto il video di Geisha e magari di collaborare per promuovere insieme modelli alternativi di bellezza e femminilità.

Baci sparsi da Courtney, Fiele, Gemenda e Tessuta!

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020