Categorie: News

Sentenza Cedu: no a obiezione di coscienza sul matrimonio egualitario

La Corte Europea dei Diritti Umani si è espressa: non è ammissibile l’obiezione di coscienza sulla possibilità di sposare le coppie omosessuali. La richiesta era stata avanzata da centoquarantasei tra sindaci e collaboratori di vari municipi francesi, che si rifiutavano di celebrare il marriage pour tous – il matrimonio egualitario introdotto dall’allora presidente François Hollande – per questioni legate, appunto, alla libertà di coscienza. Chiamata ha dirimere la questione, la Cedu ha sentenziato: un sindaco non può rifiutarsi di celebrare le nozze delle coppie dello stesso sesso.

Il pretesto dell’abuso di potere

La sentenza è arrivata ieri, 17 ottobre. Secondo la sentenza della Corte «i ricorrenti esercitavano le loro funzioni a nome dello Stato francese e quindi non agivano individualmente». I centoquarantasei, ancora, avevano cercato di far annullare una circolare – emanata il 13 giugno 2013 – relativa alle «conseguenze del rifiuto illecito di eseguire un matrimonio da un pubblico ufficiale», adducendo come motivazione l’abuso di potere da parte dello Stato nei confronti della libertà individuale. Il documento prevede pene fino a cinque anni di reclusione e 75.000 euro di multa. Ma la Cedu è stata chiarissima: impedire ad altri/e di sposarsi, non rientra tra le libertà individuali.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Rinviata la discussione sulla legge Zan, ma il parlamento continua le sue attività

La rabbia delle associazioni, le dichiarazioni di Monica Cirinnà: "Assicurarsi che il parlamento funzioni".

17 ottobre 2020

17 ottobre, oltre 60 piazze a supporto della Legge Zan

Quasi 60 piazze, da nord alle isole, a supporto della legge Zan, contro l'omo-bi-lesbo-transfobia.

15 ottobre 2020

“Fuori dagli schemi”: il coming out della “leggenda del calcio” Carolina Morace

"Fuori dagli schemi". Si intitola così il libro con cui Carolina Morace, ex calciatrice della…

11 ottobre 2020

Invece di impedire la Gpa, le nostre parlamentari si impegnino per migliorare la scuola pubblica

Fondi per la scuola pubblica non ce ne sono, ma la politica pensa a criminalizzare…

10 ottobre 2020

Proud Boys, l’amore tra gay sconfigge l’odio dell’estrema destra americana

Un caso di hijacked, o dirottamento semantico, che spunta le armi all'estrema destra razzista e…

6 ottobre 2020

Belgio, Petra De Sutter: la prima donna transgender nominata vicepremier in Europa

Per la prima volta nella storia, una donna transgender diventa vicepremier in un paese europeo.

4 ottobre 2020