Categorie: Cool

Norm, l’uomo che ha girato il suo primo video porno a 83 anni

Norm è un uomo gay, ha 83 anni ed ha appena girato il suo primo video porno. Non per una delle tante piattaforme dove si possono vedere contenuti di questo genere, ma per un sito che si chiama Himeros.tv. La particolarità di questo sito è che il suo fondatore, lo youtuber Davey Wavey, lo ha creato con l’intento di “usare il porno per insegnare ai gay l’esplorazione sessuale, la connessione e l’estasi”.

I “sacred intimate” e la sessualità degli anziani

E il video girato da Norm rientra in questo progetto. L’uomo è quello che si definisce un “sacred intimate”, una sorta di guida all’intimità e alla sessualità e nel suo video di debutto è insieme a Blake Mitchell e Joey Mills.
“Capisco che la maggior parte delle persone non è abituata a vedere un 83enne in un film erotico – spiega Davey -. Non siamo avvezzi a pensare i nostri anziani in un contesto sessuale, per niente. E’ per questo che le persone ridono con le commedie di Betty White. Se avesse 20 o 30 anni, i suoi giochi sessuali non funzionerebbero allo stesso modo. L’humor è la parte divertente che arriva solo perché ha 96 anni. L’implicazione è che gli anziani non pensano al sesso, non sono sexy e certamente non fanno sesso. Naturalmente, nessuna di queste convinzioni è vera. Gli anziani pensano al sesso esattamente con tutti gli altri”.

“Se siete pronti a fare domande, lo siete anche per le risposte”

Insieme al video di Norm, Davey ne ha girato un altro, molto breve, in cui l’uomo dispensa la saggezza dell’età
“La vita – spiega – è un equilibrio tra ascoltare rispettosamente le persone che hanno età ed esperienza e usare la propria età e la propria esperienza per provare. ‘Questo sembra giusto per me?’. Quindi, se siete grandi abbastanza per fare domande, lo siete anche per cominciare a pensare di potere ascoltare le risposte quando arrivano e sapere se sono la verità o la propaganda ben presentata da qualcuno”.

“Le petit mort”

E sul sesso Norm dice: “In francese l’orgasmo si chiama ‘le petit mort’, la piccola morte. Io muoio per questo essere severo e ansioso. (…) Se possiamo liberarci dai giudizi morali a priori, dai giudizi prima dei fatti e iniziare a provare e chiederci ‘funziona?’, non dovremmo preoccuparci di tutte le regole e i regolamenti”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020