Categorie: News

Il Tribunale di Milano aggiunge il cognome della mamma sociale al nome di una bimba

Il Tribunale di Milano aggiunge il cognome della seconda mamma al nome di una bimba.
E’ di pochi giorni fa la decisione della sezione famiglia del Tribunale di Milano che ha accolto il ricorso di due mamme. Le due donne avevano chiesto di potere aggiungere anche il cognome della mamma non partoriente a seguito del riconoscimento della piccola.

Le due mamme già sul certificato

Matilde (nome di fantasia) è stata infatti riconosciuta come figlia in agosto, pochi giorni dopo la nascita, dalla madre non biologica davanti l’Ufficiale di Stato civile del Comune di Milano. A inizio di settembre le due donne hanno poi presentato ricorso per l’aggiunta del secondo cognome al Tribunale di Milano, assistite dall’Avv. Michele Giarratano, del gruppo legale di Famiglie Arcobaleno e presidente di Gay Lex.

Una conferma della corretta registrazione

“E’ una decisione importante – spiega l’Avv. Giarratano – perché alla base dell’aggiunta del cognome della seconda mamma c’è il riconoscimento effettuato dalla madre innanzi all’Ufficiale di Stato civile del Comune di Milano. Il Tribunale quindi indirettamente conferma che quel riconoscimento, fatto sulla base degli artt. 8 e 9 della legge 40/2004, è valido, come abbiamo sostenuto in più sedi avendo peraltro ragione, sia in primo grado che in appello”.

Un passo importante, ma non il primo

“Ci sono state altre decisioni similari nei mesi scorsi in altri Tribunali: io personalmente ho infatti ottenuto l’aggiunta del secondo cognome anche presso i Tribunali di Bologna e di Monza – conclude l’avvocato -. Ma la prima decisione del Tribunale di Milano rimane particolarmente importante perché il Comune di Milano è in Italia quello che ha effettuato il maggior numero di riconoscimenti genitoriali da parte delle madri non biologiche”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020