Categorie: FotoOnda Pride

Il London Pride visto con gli occhi degli italiani a Londra – FOTO

Si è molto parlato, in questi giorni, di Londra e di chi decide di andare a vivere lì per diversi motivi, complice l’annuncio di Gianna Nannini. A Londra vive una nutrita comunità di italiani LGBT che lo scorso anno, in contemporanea alla discussione sulle unioni civili, diede vita a Wake Up Italia, a sostegno della battaglia che qui stava conducendo il movimento LGBT, supportato da molte altre realtà.

Gli attivisti LGBTI italiani a Londra

Proprio in queste ore sta marciando per le strade della capitale britannica, l’annuale Pride durante il quale gli attivisti di Wake Up Italia presenteranno la loro petizione per chiedere al nostro paese di riformare la legge sulle adozioni e aprire anche alle persone omosessuali e single. Una promessa, d’altronde, fatta all’indomani dell’approvazione delle unioni civili e ancora disattesa. Abbiamo chiesto proprio ai ragazzi e alle ragazze LGBT italiane che vivono a Londra di raccontarci il loro London Pride attraverso le immagini. Loro hanno accettato e di questo li ringraziamo. Ecco le immagini che ci hanno inviato mentre la parata non è ancora conclusa.

 

(Crediti: le foto del pullman del sindaco di Londra, dell’esercito di Sua Maestà e della comunità dei musulmani LGBT sono prese da Twitter, le altre sono di Isidoro Patalano – WakeUp Italia)

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020