Cool

LaLa McCallan e l’omaggio a Farinelli, artista oltre i generi – VIDEO

Esce oggi l’ultimo, imperdibile, video di LaLa McCallan, cantante e artista en travestì nota per la sua classe e la sua eleganza, oltre che per le doti artistiche e la partecipazione a Italia’s Got Talent.
Il video si intitola “Figlio Perduto” ed è stato girato nella splendida Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi (Bologna).

L’arrangiamento dedicato

Il brano è una rivisitazione dell’Allegretto dal secondo movimento dalla 7a in La maggiore di Beethoven, Op. 92, riarrangiato originariamente da Michael Soltau per il soprano inglese Sarah Brighman, e con il testo dell’italiana Chiara Ferrau.
Il nuovo arrangiamento del bolognese Michele Turchi, pensato appositamente per la voce di LaLa McCallan è un connubio musicale perfetto tra classico e moderno, con un tono evocativo e suggestivo.
(continua dopo il video)

Realizzato dal regista Fabio Fiandrini, il video è l’evoluzione del progetto Farinelli dell’Associazione Chevalier D’Eon, che omaggia la figura del più celebre cantante del periodo barocco e cittadino onorario bolognese Carlo Broschi (detto Farinelli) e la sua eredità culturale nella produzione artistica contemporanea.

La scelta di Rocchetta Mattei

“Sognavamo di girare in questo luogo unico della provincia di Bologna da ancora prima che venisse
riaperta al pubblico dopo l’opera di restauro curata dalla Fondazione Carisbo – spiega LaLa McCallan -. Lo stile architettonico eclettico della Rocchetta riflette perfettamente il carattere senza tempo del brano Figlio Perduto, sintesi perfetta ed evocativa di classico e moderno. E’ sempre una grande soddisfazione per noi contribuire a fare riscoprire luoghi straordinari della nostra regione al pubblico contemporaneo, come già avvenne per lo splendido Palazzo Tozzoni di Imola dove girammo il video precedente del progetto Farinelli”.

Farinelli, un artista oltre i generi

Quanto all’omaggio a Farinelli l’artista, il cui personaggio nasce dall’incontro tra il bolognese Daniele Pacini e il suo partner Stuart Lindsay, spiega che “la sua voce unica trascendeva il genere maschile e femminile e lo rendeva agli occhi del pubblico simile ad un angelo”. Un’ispirazione per LaLa che “ogni qual volta interpreta un pezzo classico sembra suscitare una reazione simile nel pubblico”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Bruciamo tutto”: perché, da maschio, dico che il patriarcato è il problema

Vogliamo parlare di patriarcato? Parliamone.  A inizio anno, a gennaio inoltrato, sono stato invitato a…

23 Novembre 2023

La storia di Andrea, in riva al mare di Sicilia, per raccontare la realtà queer

Una storia che parla di libertà e scoperta di sé. È questa la "poetica" –…

26 Ottobre 2023

LottoxMile, la raccolta fondi per aiutare Milena Cannavacciuolo

«Siamo le amiche e la compagna di Milena. Questo è un appello d’amore per Milena.…

24 Ottobre 2023

Gianni Vattimo, addio al filosofo del “pensiero debole”

È morto ieri in tarda serata, a 87 anni, il filosofo Gianni Vattimo. Una delle…

20 Settembre 2023

Arim 2023, a parco Sempione a Milano la lotta all’HIV a suon di musica

Si terrà il 19 settembre 2023, a Milano, all'Arena Civica di Parco Sempione. Stiamo parlando…

18 Settembre 2023

Cosa significa far parte della comunità Lgbt+

In questi giorni ha fatto scalpore, su ciò che resta di Twitter, lo stato di…

16 Agosto 2023