Categorie: News

Gli italiani dicono sì allo Ius Soli

Il dirottamento del bus di San Donato da parte di Sy Ousseynou, cittadino italiano di origini senegalesi, con due ragazzini stranieri a bordo che hanno dato l’allarme col telefonino, ha avuto la conseguenza sorprendente di riaprire il dibattito sullo Ius Soli; la concessione della cittadinanza ai figli di immigrati, nati in Italia.
La cronaca è nota: Ramy e Adam, figli di egiziani ma nati in Italia, a bordo del pullman hanno dato l’allarme col telefonino furbescamente nascosto all’attentatore, salvando così l’intera scolaresca. Ragazzi nati e cresciuti in Italia che per ricevere il passaporto italiano dovranno aspettare il compimento del diciottesimo anno di età, se nel frattempo non interverranno ostacoli burocratici.

Sondaggio Quorum/Youtrend

Una vicenda che ha portato a un cambio di rotta nella coscienza del paese. A dirsi favorevole allo Ius Soli il 62,8% degli italiani contro il 37,2%. Lo rivela un sondaggio realizzato dall’istituto di ricerca Quorum/YouTrend per Sky TG24 con 1000 interviste raccolte tra il 29 e il 30 marzo 2019.

A favore sinistra e M5s

A favore gli elettori di centrosinistra, il 96% contro il 4% di chi è in disaccordo, d’accordo anche gli elettori M5S con il 74,2% di favorevoli e il 25,8% contrari. In disaccordo gli elettori della Lega (favorevoli 32,2% e contrari 67,8%) e quelli di Forza Italia (favorevoli 48% e contrari 52%).

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Bologna: il Tribunale per i minori segna un altro passo avanti per i diritti dei bimbi arcobaleno

Una famiglia arcobaleno ha ricevuto una sentenza che segna un nuovo passo avanti nella battaglia…

10 luglio 2020

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020