Categorie: NewsOnda Pride

Insulti omofobi sulla vetrina di un sexy shop dedicata al Rimini Pride

“Porci”, “Froci”, “Froci maiali”. Queste le scritte che imbrattano le vetrine Love Shop (Sexy Shop moderno) di Rimini, che in occasione del Rimini Pride era stata dedicata alla comunità Lgbt.

La denuncia su Facebook

La denuncia arriva dalla proprietaria Viviana tramite un post su Facebook: “Come tutti gli anni anche adesso nel mese di luglio abbiamo dedicato la vetrina al GAY PRIDE, una scelta più ideologica che commerciale. Questa mattina ho avuto un’amara sorpresa: trovare le vetrine del negozio imbrattate da scritte omofobe” racconta.

“Per questo servono i Pride”

La proprietaria condivide un post con tre foto che ritraggano la vetrine, le scritte sono state tracciate molto probabilmente nella notte con un pennarello rosa. “Ora io non so se è stato un ragazzino che voleva fare una bravata o un attivista anti gay convinto” spiega Viviana “Ad ogni modo la interpreto come un rumorosissimo campanello di allarme per i tempi in cui stiamo vivendo“. Un segnale d’allarme, sottolinea, che evidenzia il bisogno dei Pride in questo paese.
E conclude con un invito: “Ci vediamo sabato al Rimini Summer Pride, di cui siamo anche fieri sostenitori”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020