Categorie: News

Insulti a Malika, perché lesbica: “Meglio 50 anni di carcere che una figlia come te”

Un video che fa male e parole che feriscono: e non solo Malika, la ragazza di Castelfiorentino cacciata di casa perché lesbica. A riportarlo – tra gli altri organi di informazione – è Fanpage, sulla sua pagina Facebook. Malika ha ricevuto un messaggio in cui una voce di donna (presumibilmente la madre) la insulta e la minaccia, con un linguaggio che è difficile non definire violento e disumano.

Il messaggio vocale: “Che vita pensi di fare? È uno schifo”

«Ma che vita pensi di andare a fare? A fare la lesbica additata da tutti? È uno schifo, accidenti a te» è questo il tenore delle parole che Malika ha dovuto ascoltare, al suo indirizzo dalla sua famiglia. «Di’ a quella lesbica di m*rda che se l’acchiappo le levo il cuore dal petto» e ancora «se torni ti ammazziamo, meglio cinquant’anni di carcere che una figlia lesbica». La ragazza si sfoga piangendo: «Capisco che l’errore non l’ho fatto io, non ho tolto niente a nessuno». Una pagina tristissima, per l’insensibilità e per la violenza mostrate dalla famiglia di una ragazza che avrebbe solo bisogno di comprensione e invece si ritrova a essere cacciata da casa sua, con l’impossibilità di raccogliere i suoi pochi effetti personali.

Dov’è il diritto di Malika ad essere rispettata dalla sua famiglia?

Concludiamo con la visione del video e con un commento, a margine: quando i ben noti politici –tra cui chi si oppone alla legge contro l’omo-transfobia – blaterano di famiglie tradizionali, in cui un bambino sarebbe pienamente felice solo con un padre e una madre, alludono anche a situazioni siffatte? Dov’è il diritto di Malika di essere rispettata, anche dalla sua famiglia, per il semplice fatto di essere se stessa?

 

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

17 maggio: gratis on line “Bullied To Death”, il film contro l’odio di Giovanni Coda

Visibile, in streaming, sulla piattaforma Streeen, il film di Giovanni Coda per il 17 maggio.

16 maggio 2021

Ddl Zan: sul palco di Roma le Karma B, Luxuria e le istanze delle comunità

Ci saranno le Karma B, sul palco di Piazza del Popolo, a Roma, oggi a…

15 maggio 2021

Lesbofobia, insulti a 18enne di Bari: “Fate schifo, tutti nelle camere bruciati!”

"La decisione di denunciare deriva dalla necessità di far sentire meno soli tutti colore che…

15 maggio 2021

“Le parole che uccidono”: il monologo di Stefano Massini per il ddl Zan

"Le parole che uccidono". Così si intitola il monologo che Stefano Massini ha portato ieri…

14 maggio 2021

Ddl Zan, è tempo della responsabilità: in piazza per una società migliore

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'appello di Marilena Grassadonia* per le piazze di questo fine settimana…

14 maggio 2021

26 giugno: torna il Roma Pride, dopo l’assenza dello scorso anno

Torna il Roma Pride. Dopo il fermo dovuto alla pandemia, nel 2020, il 26 giugno…

13 maggio 2021