Categorie: News

Torino, aggressione in minimarket a ragazzo gay: indossava un indumento femminile

Ennesima aggressione di stampo omofobo, questa volta a Torino, dove domenica scorsa un ragazzo cileno è stato vittima di violenza. Tutto è accaduto in un minimarket, il 5 aprile, dove il solito branco ha preso di mira la vittima, perché indossava un indumento femminile. A denunciare il fatto Arcigay Torino, attraverso un comunicato stampa: «L’aggressione è stata sventata dal proprietario del minimarket che, fermando l’aggressore, ha dato al ragazzo la possibilità di scappare e rifugiarsi a casa dell’amica da cui veniva dove i suoi amici gli hanno prestato primo soccorso».

“Mi hanno urlato maricón”

«Mi hanno urlato maricón» ha dichiarato la vittima, alla stampa – l’espressione deriva dallo spagnolo, ed è un insulto per indicare gli omosessuali – «poi uno di questi mi si è avvicinato e mi ha tirato un pugno. E ancora un altro. Io cercavo solo di non cadere, di restare in piedi» fino a quando gli aggressori lo hanno colpito con un calcio all’inguine, dichiara ancora.

Arcigay Torino: “Non è il primo caso di aggressione, subito la legge Zan”

«Arcigay Torino esprime completa solidarietà e vicinanza al giovane ragazzo aggredito» dichiara la presidente di Arcigay Torino, Sara Granieri. Che ricorda: «Non è il primo caso di violenza omolesbobitransfobica avvenuto nella nostra città. Come associazione continueremo a muoverci per arginare queste violenze» conclude, tornando sulla necessità della legge Zan. Legge ancora ferma in Senato per l’ostruzionismo della destra. «Non si può più aspettare» è il commento dell’attivista.

Sulla stessa linea Marco Giusta, assessore ai Diritti del Comune di Torino: «A questo ragazzo il Parlamento deve immediatamente una riposta, così come a tutte le persone che vivono quotidianamente l’omolesbobitransfobia sulla loro pelle. Non possiamo più aspettare, non è più tempo di rinvio».

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

17 maggio: gratis on line “Bullied To Death”, il film contro l’odio di Giovanni Coda

Visibile, in streaming, sulla piattaforma Streeen, il film di Giovanni Coda per il 17 maggio.

16 maggio 2021

Ddl Zan: sul palco di Roma le Karma B, Luxuria e le istanze delle comunità

Ci saranno le Karma B, sul palco di Piazza del Popolo, a Roma, oggi a…

15 maggio 2021

Lesbofobia, insulti a 18enne di Bari: “Fate schifo, tutti nelle camere bruciati!”

"La decisione di denunciare deriva dalla necessità di far sentire meno soli tutti colore che…

15 maggio 2021

“Le parole che uccidono”: il monologo di Stefano Massini per il ddl Zan

"Le parole che uccidono". Così si intitola il monologo che Stefano Massini ha portato ieri…

14 maggio 2021

Ddl Zan, è tempo della responsabilità: in piazza per una società migliore

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'appello di Marilena Grassadonia* per le piazze di questo fine settimana…

14 maggio 2021

26 giugno: torna il Roma Pride, dopo l’assenza dello scorso anno

Torna il Roma Pride. Dopo il fermo dovuto alla pandemia, nel 2020, il 26 giugno…

13 maggio 2021