News

Foggia, bruciano macchina a coppia gay: già in passato atti d’omofobia

Ancora omofobia, ai danni di una coppia gay di Manfredonia: «Ore mezzanotte, un rumore assordante ci sveglia improvvisamente. È la nostra macchina che va in fiamme. Sacrifici e affetti distrutti in pochi minuti» scrive così un ragazzo, Max, sul suo profilo Facebook. Max è del foggiano e vive una storia d’amore col suo compagno Cosmo. Entrambi fanno i baristi, come riportano i siti locali. E a questa storia se ne affianca un’altra. Quella del pregiudizio che si trasforma nel solito attacco. Vile, odioso. Come tutti gli attacchi e le parole d’odio. Ed è dunque una storia d’odio, quella che colpisce il ragazzo e il suo ragazzo.

«Molto probabilmente si tratta di un reato doloso» scrive ancora su Facebook. «Sospetti? Tanti. La mente in questi istanti è in confusione. Episodi ne sono successi in questi mesi ma niente di grave. Uno tra tanti una foto di coppia stampata e messa sul parabrezza con i volti cancellati e con la scritta “GHAY DI MERDA. MORITE“». I precedenti, dunque, ci sono. La coppia è già stata presa di mira altre volte. Non possiamo sapere se l’autore del messaggio sia lo stesso dell’atto vandalico, ma costituisce un preoccupante precedente. Che è indicativo di un clima. Un clima che si respira nel Paese nel suo complesso, prima ancora che nella città – Manfredonia – dove la coppia vive. Quello dell’omofobia.

Eppure i ragazzi sanno di avere la coscienza a posto: «Del male non non ne abbiamo fatto a nessuno. Mai una parola di troppo, mai situazioni che hanno creato problemi o disagi ad altre persone. Abbiamo sempre fatto del bene e nonostante le tante porte sbattute in faccia non abbiamo mai mollato. Siamo umili e forti. Condanno questo vile episodio e purtroppo per voi noi non molliamo, andiamo avanti a testa alta per la nostra strada. Nonostante tutto».

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Ddl Zan, movimento Lgbt+ unito: “Rispettare gli impegni e votare la legge”

Si surriscalda il clima in vista della ripresa dei lavori al Senato per il ddl…

26 Ottobre 2021

Le femministe italiane: “Mantenere l’identità di genere nel ddl Zan”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato firmato da diverse esponenti del femminismo italiano, in risposta al…

25 Ottobre 2021

Ddl Zan: il fronte contro l’identità di genere torna all’attacco

Ricomincia l'attacco al ddl Zan da quella parte del femminismo che si definisce "gender critical",…

25 Ottobre 2021

Letta manda Alessandro Zan in esplorazione sulla sua legge

"Chiederò in questi giorni ad Alessandro Zan di fare un’esplorazione con le altre forze politiche…

25 Ottobre 2021

Un museo della storia dell’omosessualit a Torino? La proposta della Fondazione Fuori!

Un museo della storia dell'omosessualità a Torino. E' la proposta che Angelo Pezzana e Maurizio…

24 Ottobre 2021

Torna l’Agender 2022, con un nuovo incredibile look

Per il nuovo anno vogliamo lanciare un messaggio di rinascita e di ritrovamento della parte…

24 Ottobre 2021