Categorie: News

Fiumicino, iscritta all’anagrafe piccola con due mamme

Ginevra è ufficialmente figlia di due mamme, Claudio Bortolini e Ilaria Piersanti, unite civilmente alcuni mesi fa. Lo annuncia il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, che ha iscritto la piccola nei registri dello Stato Civile.

Il sindaco con le due mamme. A sx l’assessora alle Pari Opportunità

“Fiumicino deve essere la città di tutti e di tutte le famiglie –ha dichiarato il primo cittadino– Riconoscere entrambe le mamme di Ginevra significa riconoscere a lei tutti i diritti e ai suoi genitori tutti i doveri. Sebbene non ci sia ancora una legge che riconosca le famiglie arcobaleno in Italia, i tribunali hanno tracciato una strada che non possiamo ignorare e che si basa sul principio imprescindibile del superiore interesse del minore. Dove alcuni tacciono davanti ai bisogni dei cittadini e dove altri discriminano i bambini per il colore della loro pelle o per l’orientamento sessuale dei genitori, noi non ci tiriamo indietro”.

Una giornata di festa per le due mamme che hanno allargato la loro famiglia grazie alla fecondazione eterologa in Spagna: “Ringraziamo il Sindaco Montino per la disponibilità che ha dimostrato nei nostri confronti –hanno dichiarato– e ci auguriamo che sia d’esempio per tutti quei sindaci che ancora tacciono o, peggio, mettono la testa sotto la sabbia. A loro vorremmo dire che le nostre famiglie esistono e al di là del colore politico di ognuno, riconoscendole non si fa un torto ad altri, ma anzi si rende migliore la vita dei bambini, delle mamme e dei papà”.

Famiglie Arcobaleno plaude il sindaco

Apprezzamenti al sindaco di Fiumicino da parte di Famiglie Arcobaleno: “Ginevra è una bimba fortunata perché vive nel “posto giusto””, ha commentato la presidente Marilena Grassadonia.
“Sulla serenità dei nostri figli e delle nostre figlie –ha aggiunto– non si accettano sconti o compromessi. Famiglie Arcobaleno continuerà a lottare affinché ogni comune del nostro paese diventi il “posto giusto””.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Bologna: il Tribunale per i minori segna un altro passo avanti per i diritti dei bimbi arcobaleno

Una famiglia arcobaleno ha ricevuto una sentenza che segna un nuovo passo avanti nella battaglia…

10 luglio 2020

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020