Categorie: News

Dimenticate Cortana, Siri, Alexa. Arriva “Q” l’assistente vocale senza genere

Siri, Alexa, Cortana. Le assistenti virtuali sono donne e femminili sono le loro voci. Anche quando esiste un’alternativa – una voce maschile – non è mai l’opzione predefinita. L’equazione “assistente = donna” è radicata. Proprio per questo nasce “Q” , la voce senza genere.
L’iniziativa è partita da un gruppo di ricercatori guidati dal Copenhagen Pride, dall’organizzazione EqualAI and Virtue e da un’agenzia creativa guidata da Vice.

La ricerca del tono neutro

Per arrivare ad un risultato “neutro” sono state registrate le voci di diversi partecipanti che si identificano come  non-binari, o non-esclusivamente di sesso maschile o femminile. Una selezione di 4,600 persone in Europa.
Ai partecipanti è stato chiesto di modulare la voce da uno a cinque per riprodurre un suono “femminile” e da uno a cinque “per quello maschile”. Dopo aver alterato il tono, averlo filtrato, i ricercatori hanno trovato un range vocale che va da 145 a 175 hertz: è questo il tono neutro.

Dare alle persone delle opzioni

Lanciare “Q” è un modo per abbattere lo stereotipo che vuole l’assistente donna. Secondo gli studiosi infatti, assegnare una voce femminile a un’assistente vocale rinforza gli stereotipi che vogliono la donna sottomessa, servile. Inoltre che siano adatte soltanto a ruoli amministrativi.

Thomas Rasmussen, responsabile comunicazione di Copenhagen Pride, ha dichiarato che “Q” potrebbe aiutare non soltanto a combattere lo stereotipo di genere ma “portare all’attenzione anche delle grandissime case di produzione che i generi non sono due e due soltanto. Si tratta di dare alle persone delle opzioni e delle scelte. Una questione di libertà e inclusione“.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020

La stanza dei canarini: l’amore tra Giulia e Adele, una storia tutta schiaffi

«Perché è questo che succede quando due si lasciano. Succede che uno decide di morire…

12 settembre 2020