Categorie: News

Cuba, cade l’articolo sul matrimonio egualitario: ma la battaglia continua

Cuba non inserirà nella sua nuova costituzione l’articolo che dava il via al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ad annunciarlo è stato il Governo cubano, dopo le proteste dei cittadini – proteste che si sono fatte sentire nelle assemblee popolari in cui si è discusso della nuova carta fondamentale – e delle chiese evangeliche locali, che si sono opposte all’inserimento della voce sulle unioni tra persone dello stesso sesso.

La necessità di un compromesso

L’articolo in questione, il n. 68, prevedeva che il matrimonio fosse tra due persone, invece che tra uomo e donna, come recita la costituzione approvata nel 1976. Tra le più accese sostenitrici della modifica in chiave gay-friendly c’è stata Mariela Castro, figlia di Raul, che da anni si batte per i diritti civili delle persone Lgbt nel suo paese. Tuttavia, il mancato inserimento non rappresenta necessariamente un passo indietro in tale direzione. Come sempre, si è trattato di trovare un compromesso tra la diffidenza delle persone e le istanze di progresso sociale.

Ma la lotta per i diritti continua

La nuova costituzione, quindi, non parlerà espressamente di “matrimonio tra due persone”, ma non lo vieterà. Ciò permetterà alla politica locale e agli attivisti di poter portare avanti la loro battaglia per il pieno riconoscimento dei diritti delle persone Lgbt in materia matrimoniale e affettiva. Dello stesso avviso è Francisco Rodriguez, blogger gay e membro del Partito comunista cubano che ha fatto notare come l’eliminazione del riferimento costituzionale sia un compromesso accettabile che lascia aperta la battaglia per i diritti civili.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020