Categorie: News

Il Colorado è il sedicesimo stato degli Usa a vietare le terapie riparative.

Il Colorado è il sedicesimo stato degli Usa ad approvare una legge che vieta le cosiddette “terapie riparative”, cioè quei tentativi di far diventare eterosessuali le persone lgbt+.
Venerdì scorso, il 5 aprile, la Camera dei Rappresentanti ha dato il sì definitivo. La legge che impedisce di sottoporre le persone minorenni a qualsiasi tentativo di “conversione”.

Ora la firma del governatore

La legge era già stata approvata in Senato. Ora dovrà essere firmata dal governatore del Colorado, Jared Polis che è omosessuale e sostenitore un dei diritti delle persone lgbt+. Jared Polis è il primo governatore dichiaratamente omosessuale dello Stato. La sua firma, dunque, è data per assodata dalle associazioni che già festeggiano questo traguardo.

La gioia delle associazioni

Il Field director di Human Rights Campaign, Marty Rouse, ha dichiarato: “Ringraziamo l’Assemblea Generale del Colorado per il continuo supporto a questa legge cruciale a favore dell’uguaglianza”. “Questa legge – ha aggiunto Rouse – fornisce tutele che salvano la vita ai ragazzi di tutto il Colorado impedendo la pericolosa e infondata pratica conosciuta come terapia di conversione”.

Negli altri stati

Gli altri stati degli Usa ad avere vietato per legge le terapie riparative sui minorenni sono: Connecticut, California, Delaware, Nevada, New Jersey, Oregon, Illinois, Vermont, New York, New Mexico, Rhode Island, Washington, Maryland, Hawaii e New Hampshire oltre al Distretto della Columbia. In Europa l’unico stato ad avere approvato una legge simile è Malta. In Italia, un disegno di legge in questo senso fu presentato nel 2016 dall’allora senatore del Pd Sergio Lo Giudice. Il ddl non è mai stato discusso.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020

Decreto rilancio: 4 milioni per le vittime di omobitransfobia

Il cosiddetto "Decreto rilancio" prevede fondi per le vittime di discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale e…

5 luglio 2020